Quando arrivarono gli alieni

Quando arrivarono gli alieni

di Gherardo Bortolotti

borto

23.

A testa bassa, nella minima estensione del nostro concetto di vita e di realtà, ci concedevamo alle lunghe sedute di connessione ai server del distretto che costituivano il nostro impiego, per il quale, chiusi gli occhi e inserito il cavo nello spinotto craniale, abbandonavamo i nostri brevi giorni alle maree dei dati e dei contenuti. Riaffioravamo dopo decine di ore, quasi ripagati dal solo tempo perduto, dallo iato prodotto nella nostra vita, ma comunque anche realmente pagati, dotati di un salario che proliferava i propri ricatti nel tessuto di ciò che ritenevano reale, come radici filiformi ed estesissime che, dalla superficie dell’ovvio, della giornata qualunque, arrivavano al nero cuore di ciò che non sapevamo più dire.

(altro…)