Poetarum Silva: il libro

Poetarum Silva – Corpi a confronto


Libreria Interno 3 – Arti e Pensieri

Ateliers Via dei Due Gobbi 3 – Reggio Emilia

Sabato 24 Luglio

(dalle 21.00 alle 24.00)

POETARUM SILVA

(corpi a confronto)

READING LETTERARIO MULTIMEDIALE

a cura di Enzo Campi

con

Mariangela Guatteri, Arturo Moll, Mirella Gazzotti,

Silvia Molesini, Elena Lusvardi, Giovanni Campi,

Natàlia Castaldi, Antonella Taravella, Silvia Rosa,

Pierluigi Tedeschi, Federica Gramiccia, Anna Maria Meliga,

Stefania Crozzoletti, Enzo Campi,

Programma della serata

READING

Di sole voci (Silvia Rosa) – Ed. LietoColle

Ipotesi Corpo (Enzo Campi) – Ed. Smasher

Poetarum Silva (AAVV) – Ed. Samiszdat

Vertigini scomposte (Antonella Taravella) – Ed. Smasher

Prima vita (Stefania Crozzoletti) – Fara Editore

ANTEPRIME INEDITI

Due Dimensioni (Mariangela Guatteri)

La distruzione della morte affrescata (Silvia Molesini)

PROIEZIONI VIDEO

Simpliciter & Complicatibus ne La burla del tempo

di Giovanni Campi, interpretato da Nevio Gambula e animato da Orsola Puecher

Ipotesi Corpo

di Enzo Campi, con Mariaestella Coli, Chiara Puglisi, Antonio Iorio

PERFORMANCE

Grevelieve

di e con Pierluigi Tedeschi, e con Lucia Bonacini, Luca Censi

I Cantastorie

di e con Mirella Gazzotti, Anna Maria Meliga

INSTALLAZIONI

Il profilo delle parole (Pierluigi Tedeschi)

Gesti d’aria e incombenze di luce (Enzo Campi)

Poetarum Silva – Il libro – A.A.V.V. ed. Samiszdat (post di natàlia castaldi)

 Poetarum Silva non è una semplice antologia, ma un progetto che nasce dal desidero di fondere energie e voci, formalmente e sostanzialmente diverse, al fine di costituire nell’incontro ed attraverso lo scambio, un punto di riferimento, un “meltin’ pot” in cui far confluire la bellezza della libertà d’espressione e la ricchezza della parola nelle sue più svariate forme. L’idea è quella del “contagio” e della diffusione del pensiero scritto (ma anche letto, recitato, “performato”), contribuendo così a una mappatura sinergica della bistrattata produzione artistica contemporanea.Quest’idea, questo tarlo notturno sul come, perché, dove e quando dar vita ad un’occasione continua di offerta e scambio, mi ha portato a riconsiderare l’utilizzo dei mezzi, attraverso i quali il potenziale delle lettere e delle arti in genere si rende immediatamente accessibile e facilmente fruibile: la cosiddetta “rete”. Ed ecco, quindi, nascere l’ennesimo blog, una pagina virtuale che racchiude svariate esistenze ed esperienze letterarie sotto un comune denominatore. Ma per dar vita ad un “Collettivo” degno di tale definizione, è prima di tutto necessario che vi sia un programma a lungo termine per aggregare e convogliare le forze lungo un percorso comune.

In un contesto storico e sociologico permeato sulle leggi del consumo, del profitto facile ed immediato e, quindi, caratterizzato da un esasperante individualismo, parlare di “progetto sinergico”, “Collettivo” ed “ideali comuni”, appare demodé se non addirittura utopistico; il risultato è la totale assenza di punti di riferimento per arte e cultura, che da primarie forze propulsive del progredire umano si trovano a soffrire una sopravvivenza fatta di marginalità, depauperata del suo innato ed importante ruolo civile, sociale, etico e quindi “politico”.

Il cuore fondante del Collettivo, che qui si presenta utilizzando la forma cartacea, vuole dare un segno di “presenza” e di volontà d’azione nel disarmante disordine del panorama letterario attuale e  si prefigge il compito, difficile, pionieristico, forse anche un po’ “presuntuoso”, di riavvicinare le persone alle svariate forme che il linguaggio poetico ha sviluppato e sperimentato nel corso del tempo, stimolando la capacità critica dei propri “interlocutori”, sì da offrire e mostrare le molteplici possibilità che pensiero e parola sincronicamente possono e devono esprimere. Per queste ragioni  le “diversità” del linguaggio e dei mezzi espressivi adottati singolarmente da ciascun autore, devono essere letti come una sorta di contrappeso alla soffocante omologazione culturale e politica, cui siamo passivamente costretti quotidianamente. Il libro è, e ci auguriamo che possa sempre essere, il “mattone” su cui e con cui l’uomo ha potuto scegliere di “edificare” le pareti del proprio “spazio culturale”, da tramandare appunto come bene scritto, come segno permanente; tuttavia è innegabile che la produzione poetica su carta stampata soffra, oggi più che mai, della mancanza di attenzione da parte delle grosse case editrici ma, soprattutto, della gente comune: in buona sostanza mancano i lettori, mancano materialmente “i consumatori” di poesia.

Per questo il nostro programma, che parte dall’offerta quotidiana in rete di articoli, recensioni, analisi critiche e proposte poetiche (principalmente di autori altrimenti “inediti”), mira anche ad uscire dalla sua originaria virtualità effettuando un lavoro di “mappatura territoriale” dei luoghi di aggregazione (librerie, circoli, locali pubblici, scuole, università) in cui realizzare incontri e serate di lettura, con l’idea che solo attuando questo scambio rete-spazio reale si può pensare di fare un lavoro che nel tempo potrebbe (ed uso il condizionale con cognizione di causa e dubbio) riportare all’amore per il libro, al sottile piacere di “possedere” tra le mani quel nuovo mattone su cui e con cui edificare se stessi.

Per acquistare il libro online basta cliccare sul seguente link:

http://www.pchelp.it/Lara/Negozio/index.html

Godendomi tutta la gioia per l’uscita di questo primo segno di presenza e volontà d’intenti, ringrazio

gli autori che hanno partecipato con i loro testi alla stesura di questo primo progetto cartaceo,

ed i nostri errabondi editori clandestini Alessandro Cinelli e Lara Arvasi delle Edizioni Samiszdat,

con un altrettanto sentito  g r a z i e  a tutti gli autori (vecchi e nuovi), che giornalmente lavorano al progetto Poetarum Silva, offrendo il loro lavoro ed il loro tempo a queste pagine virtuali, con la consapevolezza di essere all’inizio di un bellissimo percorso da fare “insieme”.

E ora, bando alle ciance ragazzi … è il momento di brindare: Prosit!!!

 

Poetarum Silva: il libro

Testi di

Alessandro Assiri,  Cristina Bove, Enzo Campi, Giovanni Campi, Natàlia Castaldi, Giovanni Catalano, Stefania Crozzoletti, Glo’ D’alessandro, Luigi Di Costanzo, Gabriella Garofalo, Federica Gramiccia, Vincenzo Mancuso, Luciano Mazziotta, Silvia Molesini, Arturo Moll, Gianni Montieri, Andrea Pomella, Anna Maria Salvini, Antonella Taravella, Antonella Troisi.

_______

Un ringraziamento speciale va a Donatella Mangili, autrice dello splendido ombrellino foriero di parole, che apre il video trailer del libro a cura delle Edizioni Samiszdat.

La selva.