Tag: poesie

I poeti della domenica #464: Lorenzo Calogero, Se leggera ti voglio

  Se leggera ti voglio Se leggera ti voglio non è mattinache non si vede, non è sanguinantecol passo il tuo labbroche si avvicina. Donde provengaparvenza non vera dell’albagelida non so. Tuo è il suo orgoglio,inquinato ricordo che più non si scorgeo l’esilio nel… Continue Reading “I poeti della domenica #464: Lorenzo Calogero, Se leggera ti voglio”

Enrico Barbieri, tre poesie inedite

  La poesia di Enrico Barbieri viene da lontano, da una ferita che non riesce a sanarsi, non può, forse non deve. Deserto e sole sono qui nel testo a parlarci di solitudini che brillano, magnifiche e spaventevoli. La ferita la vediamo nel taglio… Continue Reading “Enrico Barbieri, tre poesie inedite”

I poeti della domenica #333: René Char/Giorgio Caproni, Les nuits justes/Le notti giuste

Les nuits justes Avec un vent plus fort, Une lampe moins obscure, Nous devons trouver la halte Où la nuit dira: «Passez»; Et nous en serons certains Quand le verre s’éteindra. O terre devenue tendre! O branche où mûrit joie! Le gueule du ciel… Continue Reading “I poeti della domenica #333: René Char/Giorgio Caproni, Les nuits justes/Le notti giuste”

I poeti della domenica #295: William Blake, Lo spazzacamino

Lo spazzacamino Cosino tutto nero fra la neve, Strilla in tono dolente “’zacamino”. “Dimmi, il babbo e la mamma dove sono?”. “Sono andati alla chiesa per pregare. Poiché stavo contento in quella plaga, Ed in mezzo alla neve sorridevo, Mi hanno vestito in abiti… Continue Reading “I poeti della domenica #295: William Blake, Lo spazzacamino”

I poeti della domenica #293: Garcia Lorca, Se tu

  El cielo se perderá: muchacha campesina, bajo el cerezo, lleno de rojos gritos, te deseo. El cielo se borrará… Si intiendes esto, al pasar por el árbol me darias tus besos. Il cielo scomparirà: ragazza contadina, sotto il ciliegio, pieno di gridi rossi, ti… Continue Reading “I poeti della domenica #293: Garcia Lorca, Se tu”

Andrej Al-Asadi, Poesie

  POESIE SCELTE DI ANDREJ AL-ASADI (Macedonia) Traduzione dal macedone all’italiano di Nataša Sardžoska e Ana Senčić   DUE BATTAGLIE Con uno sguardo latteo mi bevi La corrente d’aria dalle ossa Chiudi gli occhi E ti corichi sulla terra calda Mite Per prendere fiato… Continue Reading “Andrej Al-Asadi, Poesie”

I poeti della domenica #275: Vladimir Majakovskij, Alle insegne

  alle insegne Leggete libri di ferro! Sotto il flauto d’una lettera indorata si arrampicheranno marene affumicate e navoni dai riccioli d’oro. E se con allegra cagnara turbineranno le stelle “Maggi”, anche l’ufficio di pompe funebri moverà i propri sarcofaghi. Quando poi, tetra e… Continue Reading “I poeti della domenica #275: Vladimir Majakovskij, Alle insegne”

Sulla poesia di Giacomo Viti (Nota di Francesco Iannone)

  Chi è Charlie? Un interlocutore che sosta fra una piega e l’altra dei versi di questo giovane poeta. Charlie ci guarda e sembra volerci forare la pelle con un chiodo. È cattivo, Charlie, o forse è la mano che regge l’argine del lago… Continue Reading “Sulla poesia di Giacomo Viti (Nota di Francesco Iannone)”

Federica Giordano – Inediti

  Nel punto in cui hai versato tutta la tua luce, proprio lì dove tu hai nutrito la tua pianta. Da quel foro della terra, tutti gli alberi del resto del mondo Lanciano la loro voce. Ma tu innaffi la tua pianta. “Anche il… Continue Reading “Federica Giordano – Inediti”

Rosanna Bazzano – Inediti

da Ciclo di Amanda Amanda che pigoli piano nelle sere fredde, e stai assopita dentro il tuo patire il gelo, il male, e la vergogna di essere al mondo senza preavviso. Ti chiama il vento, nel randagio andare ma tu, piegata sul rosso della… Continue Reading “Rosanna Bazzano – Inediti”

I poeti della domenica #168: Giuseppe Dessì, Penelope

PENELOPE Ho visto Penelope scolpita in un atto di noia. Non canto di gallo non sogno che squarci le notti non urlo di cani. Sono i sonni pieni e profondi. Non voce mal nota al destarsi. Non copre ella il petto cadente nel solitario… Continue Reading “I poeti della domenica #168: Giuseppe Dessì, Penelope”

I poeti della domenica #165: Christine Lavant, A ogni osso

  A ogni osso A ogni osso della mia spina dorsale il dito del sole pone una domanda diversa – io non lo ascolto, abito sotto al giorno perché al centro delle mie orecchie risuona uno strato dopo l’altro la campana incorporata a pezzi… Continue Reading “I poeti della domenica #165: Christine Lavant, A ogni osso”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: