Tag: Paul Celan – la poesia dopo Auschwitz

Mario Melis, Notizie dall’Isola

  Mario Melis, Notizie dall’Isola, Edizioni Cofine 2014 Nota di lettura di Anna Maria Curci Ha sempre chiari dinanzi a sé l’impegno e la responsabilità la parola che si manifesta, si snoda, si articola e congiunge in sapienti enjambement in Notizie dall’Isola di Mario Melis.… Continue Reading “Mario Melis, Notizie dall’Isola”

Daniele Santoro, Sulla strada per Leobschütz

Daniele Santoro, Sulla strada per Leobschütz  (La Vita Felice 2012) Nota di lettura di Anna Maria Curci Ha in epigrafe quattro versi di Paul Celan, riportati nell’originale in tedesco, la raccolta di Daniele Santoro Sulla strada per Leobschütz. Titolo e versi palesano un programma… Continue Reading “Daniele Santoro, Sulla strada per Leobschütz”

“ciò che è stato”. Paul Celan: la poesia dopo Auschwitz (di Natàlia Castaldi)

Quando Adorno scrisse «La critica della cultura si trova dinnanzi all’ultimo stadio di cultura e barbarie. Scrivere una poesia dopo Auschwitz è barbaro e ciò avvelena anche la stessa consapevolezza del perché è divenuto impossibile scrivere oggi poesie», non aveva ancora fatto i conti… Continue Reading ““ciò che è stato”. Paul Celan: la poesia dopo Auschwitz (di Natàlia Castaldi)”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: