Tag: Paola Del Zoppo

Dante 2021 #11: Inferno di Heinz Czechowski

Dante muore a Ravenna settecento anni or sono, la notte tra il 13 e il 14 settembre 1321. Un anniversario importante, che su queste pagine non può passare inosservato. «Poetarum Silva» intende commemorarlo, il 14 di ogni mese, attraverso le pagine di autori che… Continua a leggere “Dante 2021 #11: Inferno di Heinz Czechowski”

Il sabato tedesco #41: Sibylle Lewitscharoff, Pong

“Il sabato tedesco”, rubrica da me curata per Poetarum Silva, prende il nome da un racconto di Vittorio Sereni e si propone di raccogliere riflessioni, conversazioni, traduzioni intorno a testi letterari. La puntata di oggi è dedicata al primo romanzo di Sibylle Lewitscharoff, Pong.… Continua a leggere “Il sabato tedesco #41: Sibylle Lewitscharoff, Pong”

Laura Freudenthaler, Anne e i fantasmi

Laura Freudenthaler, Anne e i fantasmi. Traduzione di Paola Del Zoppo Voland 2021 Il titolo originale scelto da Laura Freudenthaler per Anne e i fantasmi è Geistergeschichte, ovvero “Storia di fantasmi”. È un titolo che introduce immediatamente chi legge nell’universo ‘parallelo’ di storie spettrali… Continua a leggere “Laura Freudenthaler, Anne e i fantasmi”

La poesia come accadimento. La gioia di scrivere in Ron Padgett

Il sabato tedesco #23: Marion Poschmann, Paesaggi in prestito

“Il sabato tedesco”, rubrica da me curata per Poetarum Silva, prende il nome da un racconto di Vittorio Sereni e si propone di raccogliere riflessioni, conversazioni, traduzioni intorno a testi letterari. (Anna Maria Curci) Le immagini si susseguono e si compongono, architetture fragili e… Continua a leggere “Il sabato tedesco #23: Marion Poschmann, Paesaggi in prestito”

“Il sabato tedesco” #4: Lutz Seiler, Nel latino dei campi. Alcune considerazioni

“Il sabato tedesco”, rubrica da me curata per Poetarum Silva, prende il nome da un racconto di Vittorio Sereni e si propone di raccogliere riflessioni, conversazioni, traduzioni intorno a testi letterari. (Anna Maria Curci)   nel latino dei campi una volta fondati siamo un… Continua a leggere ““Il sabato tedesco” #4: Lutz Seiler, Nel latino dei campi. Alcune considerazioni”

Marion Poschmann, Le isole dei pini

Marion Poschmann, Le isole dei pini Traduzione di Dario Borso, Giunti/Bompiani 2019   È un tempio la natura ove pilastri vivi qualche volta confuse parole fanno uscire e foreste di simboli continuano a seguire l’uomo che le attraversa con occhi comprensivi. Charles Baudelaire, Corrispondenze… Continua a leggere “Marion Poschmann, Le isole dei pini”

I poeti della domenica #280: Lutz Seiler, (nosferatu)

(nosferatu) fritz w. plumpe alias murnau, perì per disgrazia negli USA. nikolaus nakszynski alias kinski abitava in subaffitto, 7 anni bonner strasse a berlino. io vivevo in campagna & mangiavo »zetti« di zeitz per la buonanotte  con bacio-nocciola oppure in braccio stavo al tavolino da… Continua a leggere “I poeti della domenica #280: Lutz Seiler, (nosferatu)”

I poeti della domenica #279: Lutz Seiler, hubertusweg

hubertusweg ….. sbarramento, crescita irta: il bosco prussiano è meccanica morenica, come se potesse ancora avanzare, parola per parola, quando fresco tra le foglie, con la pioggia che arriva, il vento —attacca e inizia il suo lungo, lento parlare per anni io stesso sono… Continua a leggere “I poeti della domenica #279: Lutz Seiler, hubertusweg”

Luca Pizzolitto, Dove non sono mai stato

  Luca Pizzolitto, Dove non sono mai stato, Campanotto Editore 2018 Una fune che muta d’aspetto e di natura – elastica e tesa fino all’insopportabile, sottilissima e irta di nodi complessi – si aggira tra i poli dell’alba e dell’imbrunire, delle partenze e dei… Continua a leggere “Luca Pizzolitto, Dove non sono mai stato”

Lorenzo Poggi, Quel ragazzo che provava a volare

Lorenzo Poggi, Quel ragazzo che provava a volare Edizioni Progetto Cultura 2016 Sono rotte le brocche armoniose, i piatti con il volto greco; le teste dorate dei classici… ma l’argilla e l’acqua continuano a girare nelle umili case dei vasai. Ernst Jandl (trad. di… Continua a leggere “Lorenzo Poggi, Quel ragazzo che provava a volare”

I poeti della domenica #127: Margaret Avison, Due

Due Il respiro degli alberi dà respiro a chi vive ::::::::::La pietra fa ogni cosa ::::::::::ancor più ciò che è: ::::::::::calda di sole. spoglia come in un tardo novembre, fredda in un mattino di primo aprile; ::::::::::l’età in essere ::::::::::sempre. * Two Trees breathe… Continua a leggere “I poeti della domenica #127: Margaret Avison, Due”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: