Luca Ormelli

Luca Ormelli: poesie da “Gangbang” (Controluna, 2018)

 

Oggi qualcuno è morto.
I fili del tram tagliano la città.
Nessun cielo vi si appende,
nessun Dio da bestemmiare.
Solo questo trascinarsi di giorno
in giorno, senza più fiato.

 

Fosse per me vi ammazzerei tutti
ma sono tre giorni che non bevo
e come dice Nostro Signore
la domenica non si lavora.
Per questo resto qui,
a guardare i colombi
che fuggono sempre ai bambini
tra le piazze sghembe
le bocche incenerite
di questa città
senza fiato.

 

Le nebbie schiudono il loro calice
di cenere sui viali ammalati.
La città chiama all’adunata l’alba.
Stridono senza sosta i treni.
Un altro giorno si spegne. Pazzi
che siamo a non morire d’estate,
a bestemmiare Milano l’autunno.

 

Luca Ormelli, Gangbang, Controluna, 2018

 

Luca Ormelli (Padova, 1974) dopo gli studi in Filosofia, si trascina di lavoro in lavoro. Attualmente lavora come analista informatico. Alcuni suoi testi sono apparsi in rete. Gangbang è la sua prima pubblicazione.

Luca Ormelli – una poesia (post di Natàlia Castaldi)

L'acqua di sasso taglia
geometrica tumescenza malva
la valle cruda dove il marmo lavora
le spalle storta la schiena
dell'operaio ne marchia la pelle
la fierezza di toro ammansita
assoldata
marziale
ombra pallida d'uomo
zio bono
cartolina tarlata d'America
un aggregato di mosto fradicio
padri Moai regine delle doline
Marlboro sputi cloache
sottraggono ai vermi ai morti
ragazzi di strada giocano a palla
carcasse altrimenti libere
sotto i monti sdentati
urlano annebbiati guardaconfine
elettrici
selvatici
barbari maestri
la testa di selce.
.
VALCHIAMPO

—————————————————————————————————————————————–

Luca Ormelli [Padova, 1974 – http://portodellescimmie.wordpress.com ]

Ha studiato presso il locale Ateneo avvalendosi del magistero dell’emerito leopardiano Cesare Galimberti e del principe degli heideggeriani italiani Franco Volpi.

Alcuni componimenti poetici di sua penna sono stati insigniti di riconoscimento [Antologia della prima edizione del premio nazionale di poesia  «INFINITO» 1999, Menzione d’onore per la sezione silloge].

Quattro suoi aforismi sono stati inclusi nell’Antologia del premio internazionale per l’aforisma Torino in Sintesi 2010 [di cui tratta ampiamente Fabrizio Caramagna, che qui ringrazio, nel suo blog: Antologia Torino in Sintesi, Aforismi degli altri autori concorrenti].

Attualmente, oltre ad essere impiegato in quel che del terziario è avanzato, è al lavoro su di una Summa Atheologiae.