Lorenzo Fava

Cinque inediti di Lorenzo Fava

La reproduction interdite. René Magritte, (1937)

.

dalla silloge inedita Lei siete voi
.

Prima che la scheggia vincolasse la leggenda
e la verticalità del sole scottasse le guance,
lì dove sono converse ferite e fratture e
altri mondi dettano pochi centimetri di spazio,
io scrivo. Ed ogni volta è guerra su schemi
di difesa, una ragione privata a tutta forza
assedia fortezze ormai macerie di rancori,
con un’ostinata furia battaglia ancora.

.

È ora la calma dell’algebra a dettare
tempi e partiture, a chiudere i segni
e spalancare il tuo nome. Avverto
segni di cedimento in ogni dove, 
tu fotografa ogni vanto
per contenerlo nella stretta
quando arriverà il tuo momento,
perché non ci sia nulla di inespresso
che non abbia posto lassù,
abbi qualcuno a cui dire qual è stato
il nome che ha esploso ogni poesia
con tutta la violenza della luce

(altro…)

#PoEstateSilva #25: Lorenzo Fava, cinque inediti

Menzogne

…sciolta l’incognita rimasta sola
al centro,
prezzata la caratura di ombre alfanumeriche
assemblate a fare
della nebbia scatti alti di poesia,
premuto l’indice alla tempia in cerca di un’idea
mentre all’orecchio mi sussurri l’ultima menzogna,
nel tempo che segue il tempo,
nella luce eiaculata dalle acque,
nell’attimo poco dopo la bugia e appena prima del rimorso

solo allora stacca la lingua dal taglio
e vola

*

Io che ho visto controluce le gengive della belva
altro non faccio che dipingere quel muso schizofrenico
che a volte al tramonto vedo riflesso nel cielo
mentre perde sangue dal naso
come avesse tirato l’orizzonte intero.

* (altro…)