Tag: l’arcolaio

Riletti per voi #22: Fabio Michieli, Dire

  Fabio Michieli, Dire Editrice l’arcolaio 2019   Per quanto sia chiara la scrittura (volevo un libro chiaro per noi due:/ una pagina bianca – quasi pura) a volte è arduo sgranare una sorta di cantico composto da intermittenze di nostalgia e immagini forti come… Continue Reading “Riletti per voi #22: Fabio Michieli, Dire”

Stanze che imprigionano: su una figura ossessivo-generazionale in De Lisi, Gallo, Mazziotta

  Proverò in questo intervento a mettere in rapporto tre libri più o meno recenti di poesia, La stanza vuota di Noemi De Lisi (d’ora in poi Lsv, Ladolfi 2017), Appartamenti o stanze di Carmen Gallo (Aos, Edizioni d’if 2016), Posti a sedere di… Continue Reading “Stanze che imprigionano: su una figura ossessivo-generazionale in De Lisi, Gallo, Mazziotta”

Via Crucis, di Francesco Scarabicchi

La voce in altra lingua di Angelo Vannini   Giorni fa, di passaggio ad Ancona, ricevo un libricino in dono. È una Via Crucis, scritta da Francesco Scarabicchi e pubblicata nel 2018 dalla casa editrice L’arcolaio di Gian Franco Fabbri, con una prefazione di… Continue Reading “Via Crucis, di Francesco Scarabicchi”

I poeti della domenica #325: Alessandro Fo, Fuori Monaco

Fuori Monaco Visitando il Lager di Dachau una mattina di pioggia (come ci appare giusto), qualcosa ha congelato come in un museo le enormità che segnarono il luogo. Tutto è silenzio e incredibile pace, dove aguzzini e cani macinarono persone come noi. Ma noi, sotto l’ombrello,… Continue Reading “I poeti della domenica #325: Alessandro Fo, Fuori Monaco”

All’altare della femminilità; un tributo a ‘Gli affanni, gli agi e la speranza’ di Bàrberi Squarotti (di L. Cenacchi)

Gli affanni, gli agi e la speranza, edito dall’Arcolaio nel 2008, è un libro particolarmente interessante, che ho avuto modo di godere a fondo nell’ultimo periodo. Alcuni hanno detto che è l’ultima favilla di un modo di scrivere, di vivere e di sentire morto,… Continue Reading “All’altare della femminilità; un tributo a ‘Gli affanni, gli agi e la speranza’ di Bàrberi Squarotti (di L. Cenacchi)”

PoEstate Silva #39: Maurizio Bacchilega, da “Tornare a pensare”

Il mancato congedo del viaggiatore frettoloso Viste dal treno Alta Velocità persino le macchine dell’autostrada sembrano lente; gli alberi poi schizzano via che quasi non t’accorgi, come quella finestra sola che ora s’apre nel casolare. Perduti tra i portatili accesi, gli occhi di ciascuno… Continue Reading “PoEstate Silva #39: Maurizio Bacchilega, da “Tornare a pensare””

PoEstate Silva #35: Domenico Cipriano, da “L’origine”

  Rifluisce in me ogni istante e un’onda col suo flusso mi rinnova spingendo la corrente di risacca a un nuovo inizio. È il guizzo della mente. Fissa cardini innanzi a precipizi, con lo sguardo sulla valle spoglia che copre i sedimenti del passato. Un… Continue Reading “PoEstate Silva #35: Domenico Cipriano, da “L’origine””

PoEstate Silva #34: Michele Zizzari, da “Processo a Elah”

I ANTEFATTO. Pianeta Terra, anno 2084, in una periferia urbana parecchio degradata dell’Italia Settentrionale. Un piccolo essere, che la penombra non riesce a mostrare chiaramente, trema dal freddo e dalla paura. Si è nascosto tra cumuli di rifiuti, dietro una levatrice robotica dismessa di… Continue Reading “PoEstate Silva #34: Michele Zizzari, da “Processo a Elah””

PoEstate Silva #30: Mario Campanino, da “L’angelo morto”

I. Ho visto un angelo sul marcapiede in mezzo a tante irrilevanti cose come apparso all’improvviso ma non come una sorpresa o una cosa serbata né come un enigma apparso lì semplicemente come in un’epifania non di cosa violata.   IV. Oltre il filo… Continue Reading “PoEstate Silva #30: Mario Campanino, da “L’angelo morto””

PoEstate Silva #27: Biagio Cepollaro, da “Al centro dell’inverno”

da Tra i due lembi della notte   il corpo sfoglia i decenni come fa per i petali della margherita ciò che sembrava il tempo lungo di una vita si conferma ora un battito di ciglia: prodigiosa è questa capacità della specie di ricordare e… Continue Reading “PoEstate Silva #27: Biagio Cepollaro, da “Al centro dell’inverno””

Alessandro Fo, Tre poesie per Edda Laghi Corrieri

Tre poesie per Edda Laghi Corrieri   1. Casa di riposo «Il Balcone» «È questa solitudine» (piangendo) «… Non la si vince, professosre… Non.. Non la si vince…» (Più tardi invece) «E questa solitudine si vince anche… Che vuole, si prende quello che viene… E anche… Continue Reading “Alessandro Fo, Tre poesie per Edda Laghi Corrieri”

Gassid Mohammed: due poesie da “La vita non è una fossa comune” (L’arcolaio, 2017)

Gassid Mohammed, La vita non è una fossa comune, L’arcolaio, 2017   In Iraq la morte è diventata un terzo fiume sulle sue rive galleggiamo vivi e morti.   Sangue e resti umani sulle pareti delle nostre menti come le pareti di un ristorante o… Continue Reading “Gassid Mohammed: due poesie da “La vita non è una fossa comune” (L’arcolaio, 2017)”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: