Tag: I poeti della domenica

I poeti della domenica #438: Ferruccio Benzoni, Dormiveglia

  Dormiveglia Ma taci per sempre non ripetermi che non questa è la vita dubitosa sempre a metà tra un temporale e una tenerezza. Lascia che a funestarmi sia un’iride con gli occhi verdeagro di lei incruditi e un torbido di marcescibili amicizie… Non… Continua a leggere “I poeti della domenica #438: Ferruccio Benzoni, Dormiveglia”

I poeti della domenica #437: Ferruccio Benzoni, Una domenica

  Una domenica Gli occhi turbati perennemente. Ma non solo questo ricordo una domenica amara né un volto. Luoghi se mai fulgenti – tutto quanto appartenne a imboscate tra costoni e schiarite… …Roussillon, Céreste la sua Francia per vallate e amnesie di verde, più… Continua a leggere “I poeti della domenica #437: Ferruccio Benzoni, Una domenica”

I poeti della domenica #436: John Donne/Cristina Campo, Il sogno

  Il sogno Per nessun altro, amore, avrei spezzato questo beato sogno. Buon tema alla ragione, troppo forte per la fantasia. Fosti saggia a destarmi. E tuttavia tu non spezzi il mio sogno, lo prolunghi. Tu così vera che pensarti basta per fare veri… Continua a leggere “I poeti della domenica #436: John Donne/Cristina Campo, Il sogno”

I poeti della domenica #435: John Donne, Love’s growth/Crescita d’amore

  Love’s growth I scarce beleeve my love to be so pure                  As I had thought it was,                 Because it doth endure Vicissitude and seasons, as the grasse;… Continua a leggere “I poeti della domenica #435: John Donne, Love’s growth/Crescita d’amore”

I poeti della domenica #434: Michele Sovente, Vacua voragine

  Vacua voragine È soffio improvviso nelle tenebre il mormorio che cade di allodole è di trottole questo stolto moto, segnato è il volto dall’indolenza, vacua voragine la mente, la storia che devia.   © Michele Sovente, Cumae. Edizione critica e commentata a cura di Giuseppe… Continua a leggere “I poeti della domenica #434: Michele Sovente, Vacua voragine”

I poeti della domenica #433: Michele Sovente, Rudera/Ruderi

  Rudera Ex imis humi larvis ex altis umbris parvis temporis labor erumpit vitaeque cruor incumbit iactura est scissura formarum se volventium ad mortem ad silentium at motus vocat per cava lucis fragmenta at eathera nubilaque vorat motus usque ad mentis montisque culmina (linea… Continua a leggere “I poeti della domenica #433: Michele Sovente, Rudera/Ruderi”

I poeti della domenica #432: Maria Luisa Spaziani, La giostra

  La giostra I Transitano primavere in pieno inverno. Il cuore della terra si riscalda. Saltano gli orsi da una lastra all’altra, il mare è traditore. Ubi consistam? Noi, intrappolati nel pianeta impazzito, con potenti radar e telescopi supplichiamo, smarriti, la voragine dei cieli.… Continua a leggere “I poeti della domenica #432: Maria Luisa Spaziani, La giostra”

I poeti della domenica #431: Maria Luisa Spaziani, La polena

  La polena I Io sono la polena che qualcuno ha salvato dalla demolizione di un veliero. Aquila su scialba insegna d’osteria, non fisso più orizzonti né tempeste. Tu che passi sforzati di credere allo slancio delle mie ali spiegate. Ai fianchi dello scafo… Continua a leggere “I poeti della domenica #431: Maria Luisa Spaziani, La polena”

I poeti della domenica #430: Donata Doni, Il fiore della gaggìa

  Il fiore della gaggìa a Riù Ritorna come una goccia d’oro da un’infanzia perduta il fiore della gaggìa. Lo coglievi inebriata nel giardino dei tuoi anni lontani. Fioriva nelle serre con un sottile aroma che tracciava una scia per i sogni. Lo custodivi… Continua a leggere “I poeti della domenica #430: Donata Doni, Il fiore della gaggìa”

I poeti della domenica #429: Donata Doni, Giardino d’inverno

  Giardino d’inverno Sono i disegni crudi dei rami gli anni che mi ritrovano, nuda d’ogni promessa. Inaridito seme non germogli, non t’illude amor di vita. Cerchi nell’onda delle nevi, nel ritmico sopore delle cose il lampo vivo di due occhi fanciulli. Li sigillò… Continua a leggere “I poeti della domenica #429: Donata Doni, Giardino d’inverno”

I poeti della domenica #428: Michelangelo Buonarroti, Se ’l foco al tutto nuove

  13 .  Se ’l foco al tutto nuoce, e me arde e non cuoce, non è mia molta, né sua men virtute, ch’io sol trovi salute, qual salamandra, là dove altri muore; né so chi in pace a tal martir m’ha volto. Da… Continua a leggere “I poeti della domenica #428: Michelangelo Buonarroti, Se ’l foco al tutto nuove”

I poeti della domenica #427: Michelangelo Buonarroti, Il mio refugio e ’l mio ultimo scampo

1 .  Il mio refugio e ’l mio ultimo scampo qual più sicuro è, che non sia men forte che ’l pianger e ’l pregar? E non m’aita. Amore e Crudeltà m’han posto il campo: l’un s’arma di pietà, l’altro di morte; questa n’ancide,… Continua a leggere “I poeti della domenica #427: Michelangelo Buonarroti, Il mio refugio e ’l mio ultimo scampo”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: