Tag: Hans Magnus Enzensberger

I poeti della domenica #419: Hans Magnus Enzensberger, da “La fine del titanic”

  Canto primo Qualcuno ascolta. Aspetta. Trattiene il fiato, proprio qui, accanto. E dice: quello lì che parla sono io. Mai più, dice, sarà tutto così quieto, così asciutto e caldo com’è. […] Nessuno bussa. Nessuno invoca. Tace la radio. O è già finito,… Continue Reading “I poeti della domenica #419: Hans Magnus Enzensberger, da “La fine del titanic””

Testi da “Container!” (Ensemble 2019) di Edoardo Piazza – con nota di lettura

    LA PARTENZA DEI CONTAINER Parte dal porto lontano il carico che sfida il vento, nasce nell’aurora di un altro emisfero, adagio scuote la stiva chiara, imballato per restare intero, sensibile per non partire invano, muoversi a stento. Parla il linguaggio univoco del… Continue Reading “Testi da “Container!” (Ensemble 2019) di Edoardo Piazza – con nota di lettura”

H.M. Enzensberger, Hommage à Gödel

Trilemma di Münchhausen. Gödel da Enzensberger: Tirarsi pei capelli da pantani perpetui. (A.M. Curci)   Hommage à Gödel Il teorema di Münchhausen, cavallo, pantano e ciuffo, è affascinante, ma non dimenticare: Münchhausen era un bugiardo. A prima vista il teorema di Gödel pare modesto,… Continue Reading “H.M. Enzensberger, Hommage à Gödel”

Il perdente radicale, Hans Magnus Enzensberger

«Negli ultimi duecento anni le società più evolute si sono conquistate nuovi diritti, nuovi aspettative, nuove esigenze, spazzando via l’idea di un destino ineluttabile; hanno posto all’ordine del giorno concetti quali la dignità e i diritti dell’uomo; hanno democratizzato la lotta per il riconoscimento… Continue Reading “Il perdente radicale, Hans Magnus Enzensberger”

Su “Tumulto” di Hans Magnus Enzensberger

di Luciano Mazziotta Bilancio e profezia sono due termini attraverso i quali poter definire la scrittura di Hans Magnus Enzensberger. Bilancio degli anni che sono stati e profezia, razionale, di quello che potrà essere. E ciò che potrà essere, però, è sempre il cataclisma, il… Continue Reading “Su “Tumulto” di Hans Magnus Enzensberger”

Gli anni meravigliosi #21: Hilde Domin

La rubrica prende il nome da un testo del 1976 di Reiner Kunze, Die wunderbaren Jahre, Gli anni meravigliosi. Si trattava di prose agili e pungenti, istantanee veritiere – e per questo tanto più temute – su diversi aspetti della vita quotidiana dei giovani… Continue Reading “Gli anni meravigliosi #21: Hilde Domin”

Poesie per l’estate #28: H. M. Enzensberger, Fuga di pensieri

Dal 27 luglio al 23 agosto la programmazione ordinaria del blog andrà in vacanza, in questo periodo vi regaleremo comunque due post al giorno, una poesia al mattino e una al pomeriggio, “Poesie per l’estate”. Vi auguriamo buona estate e buona lettura. (La redazione)… Continue Reading “Poesie per l’estate #28: H. M. Enzensberger, Fuga di pensieri”

Giornata mondiale della poesia 2015: le nostre (ri)proposte

Oggi, 21 marzo 2015, in occasione della Giornata Mondiale della Poesia, proponiamo la (ri)lettura di alcuni nostri articoli dedicati a voci poetiche a noi care. .

An(ders)denken: Bachmann, Jandl, Enzensberger, Braun, Kunze

  An(ders)denken: Bachmann, Jandl, Enzensberger, Braun, Kunze   Quando l’esercizio della memoria (Andenken), il monito sul tempo si fa pensiero diverso e divergente (anders denken): cinque testi poetici, cinque autori di lingua tedesca. Scelta di testi e traduzione in italiano di Anna Maria Curci.

Reloaded (riproposte estive) #12: Alfred Andersch a 100 anni dalla nascita

    Dal 16/7 al 31/08 (il mercoledì e la domenica) abbiamo deciso di riproporre alcuni articoli di qualche tempo fa, sperando di fare ai lettori cosa gradita, buona estate e reloaded (La redazione)   *** Leggendo Alfred Andersch «indignatevi il cielo è azzurro»… Continue Reading “Reloaded (riproposte estive) #12: Alfred Andersch a 100 anni dalla nascita”

Alfred Andersch a 100 anni dalla nascita

Leggendo Alfred Andersch «indignatevi il cielo è azzurro» scrive Andersch. Dei materni aguzzini pure volto affilato e le lacrime a getto conosco, flagellante passepartout. Non sei diafana, madre. Stratagemmi occlusioni tu dipani da sempre. Commi rifili e cucire non sai. Alle corde, terroristi ci… Continue Reading “Alfred Andersch a 100 anni dalla nascita”

Gli anni meravigliosi #11: Hans Magnus Enzensberger

La rubrica prende il nome da un testo del 1976 di Reiner Kunze, Die wunderbaren Jahre, Gli anni meravigliosi. Si trattava di prose agili e pungenti, istantanee veritiere – e per questo tanto più temute –  su diversi aspetti della vita quotidiana dei giovani nella DDR… Continue Reading “Gli anni meravigliosi #11: Hans Magnus Enzensberger”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: