Tag: Gianni Rodari

proSabato: Gianni Rodari, La giostra di Cesenatico

…Una volta a Cesenatico, in riva al mare, capitò una giostra. Aveva in tutto sei cavalli di legno e sei jeep rosse, un po’ stinte, per i bambini di gusti più moderni. L’ometto che la spingeva a forza di braccia era piccolo, magro, scuro,… Continue Reading “proSabato: Gianni Rodari, La giostra di Cesenatico”

proSabato, Gianni Rodari, La febbre mangina

Quando la bambina è malata anche le sue bambole debbono ammalarsi per farle compagnia, il nonno le visita, prescrive le medicine del caso e fa loro moltissime iniezioni con una penna a sfera. – Questo bambino è malato, dottore. – Vediamo un po’. Eh… Continue Reading “proSabato, Gianni Rodari, La febbre mangina”

proSabato: Gianni Rodari, Brif, bruf, braf

Due bambini, nella pace del cortile, giocavano a inventare una lingua speciale per poter parlare tra loro senza far capire nulla agli altri. …– Brif, braf, – disse il primo. …– Braf, brof, – rispose il secondo. E scoppiarono a ridere. Su un balcone… Continue Reading “proSabato: Gianni Rodari, Brif, bruf, braf”

proSabato: Gianni Rodari, Gli uomini di burro

…Giovannino Perdigiorno, gran viaggiatore e famoso esploratore, capitò una volta nel paese degli uomini di burro. A stare al sole si squagliavano, dovevano vivere sempre al fresco, e abitavano in una città dove al posto delle case c’erano tanti frigoriferi. Giovannino passava per le… Continue Reading “proSabato: Gianni Rodari, Gli uomini di burro”

Tutti i post di Natale #4: Gianni Rodari, da “Il pianeta degli alberi di Natale”

Dal 24 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019, tranne che per le giornate del sabato e della domenica con le loro rubriche settimanali, riproporremo alla lettura alcuni contributi già apparsi su Poetarum Silva, sui quali desideriamo richiamare l’attenzione. Il nome di questa serie di… Continue Reading “Tutti i post di Natale #4: Gianni Rodari, da “Il pianeta degli alberi di Natale””

Coriandoli a Natale #9: Gianni Rodari, Il pianeta degli alberi di Natale

  – Come ti chiami? – gli domandò. – Marcus. – Guarda guarda! – In tuo onore, sai? Fino a ieri mi chiamavo Julius. Sono stato incaricato di riceverti e di farti compagnia. Sono contento che sia toccato a me. E sono contentissimo di… Continue Reading “Coriandoli a Natale #9: Gianni Rodari, Il pianeta degli alberi di Natale”

Anticipazioni: Simone Consorti, Le ore del terrore

È in uscita per la casa editrice L’arcolaio la raccolta di Simone Consorti Le ore del terrore. Pubblichiamo qui in anteprima la prefazione e una scelta di poesie. Buona lettura! ◊ La poesia di Simone Consorti è poesia dotata di grammatica e di struttura… Continue Reading “Anticipazioni: Simone Consorti, Le ore del terrore”

Davide Orecchio, Mio padre la rivoluzione

Davide Orecchio, Mio padre la rivoluzione, minimum fax, 2017 Quando un libro mi conquista è facile che mi resti in testa per settimane, che alcune frasi mi si ricompongano nella mente mentre sto facendo qualunque altra cosa, un po’ come accade con le belle… Continue Reading “Davide Orecchio, Mio padre la rivoluzione”

Alessandro Salvi, Vita e morte di Scipio

Vita e morte di Scipio   “Chi ora piange dovunque nel mondo, senza ragione piange nel mondo, piange per me. Chi ora ride dovunque nella notte, senza ragione ride nella notte, ride di me. Chi ora cammina dovunque nel mondo, senza ragione cammina nel… Continue Reading “Alessandro Salvi, Vita e morte di Scipio”

Simone Consorti, Nell’antro del misantropo

Simone Consorti Nell’antro del misantropo L’arcolaio (“Fuori collana”) 2014 . . . . Nota di lettura di Anna Maria Curci . Uno scenario di guerra, di quella guerra, tuttavia, di cui narra la poesia di Ingeborg Bachmann Tutti i giorni, la guerra che non… Continue Reading “Simone Consorti, Nell’antro del misantropo”

Appunti per un discorso su “Filastrocche in cielo e in terra” – di Giovanni Peli (post di Natàlia Castaldi)

Filastrocche in cielo e in terra di Gianni Rodari è un classico della letteratura, a mio avviso non è necessario nemmeno specificare con “dell’infanzia”, proprio perché facciamo nostra la definizione di classico di Calvino, che disse che “un classico è un libro che non… Continue Reading “Appunti per un discorso su “Filastrocche in cielo e in terra” – di Giovanni Peli (post di Natàlia Castaldi)”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: