Tag: # fernanda ferraresso

Fernanda Ferraresso, Alfabeti segreti

Fernanda Ferraresso, Alfabeti segreti, Terra d’ulivi Edizioni 2018 Con alfabeti segreti si leggono e si creano codici, si esplora, si seziona, si ricompone l’esperienza, ché altro non è la poesia: fare un’opera perenne, perché in perenne divenire, ininterrotta, incessante, di codifica e decodifica del… Continue Reading “Fernanda Ferraresso, Alfabeti segreti”

Na-tale e quale, o forse no

Na-tale e quale, o forse no . Na-tanti voti di ogni bene espressi in piedi, ai banconi, in fretta e furia di sganciare gale e lustrini a norma (mandria sedata recita il copione). . Na-tale e quale a tutti gli altri o forse no,… Continue Reading “Na-tale e quale, o forse no”

Fernanda Ferraresso, Nel lusso e nell’incuria

  Fernanda Ferraresso, Nel lusso e nell’incuria (Terra d’ulivi 2014) Nota di lettura di Anna Maria Curci Il titolo della raccolta di Fernanda Ferraresso pubblicata da Terra d’ulivi, Nel lusso e nell’incuria,  annuncia – e non tradirà le aspettative – che la poesia si… Continue Reading “Fernanda Ferraresso, Nel lusso e nell’incuria”

Quante parole ho dovuto imparare

brian taylor quante altre ingoiare per non vedere più il mondo servivano sempre nuove parole servivano altri significati da inchiodare ai cartellini nel mercato delle cose che aiutano a nascondere il mondo a nasconderci da noi stessi fino a dover braccare il senso bruciare… Continue Reading “Quante parole ho dovuto imparare”

circoscriverle

pierre marcel le parole limitarle sull’uscio lasciarle come ghirlande in mare aperto celebrando un lutto per qualcosa che non ha nome. Naufragando nel suono delle voci cercando la sponda nell’ onda della vocali ci siamo persi    il mondo ci siamo staccati da noi stessi… Continue Reading “circoscriverle”

Dentro

ti dicevo io – rovescerò ogni cosa, dentro la pozza una rete a maglie larghe, a distanza di

L’ARMATURA DELLA ROSA

Le lettere, insieme, formano l’assenza. Così Dio è figlio del Proprio Nome. R.B. Prima prima che esca prima che

Scendono

nel pozzo  le parole scelgono la morte l’altro lato della lingua scelgono di

Parole nel pozzo- f.f.

dante leonelli Mi sono affacciata sull’ orlo nel pozzo  la corda era

nei mercati del tempo

. dovevo arrampicarmi così in alto da perdere le gambe le braccia non solo il fiato e

di lato, verso il nord

georges la tour e con il favore del buio oltre la siepe   dei cardinali  inizierò a

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: