Tag: Daniele Campanari

Langue, il Festival romano che studia la poesia nel quartiere degli studenti

Langue, il Festival romano che studia la poesia nel quartiere degli studenti di Daniele Campanari Nel quartiere di San Lorenzo, a Roma, lo studente non aveva l’odore della sigaretta accesa o le gambe corte; tratteneva un libro con la mano destra. Sulla spalla sinistra… Continue Reading “Langue, il Festival romano che studia la poesia nel quartiere degli studenti”

Alessandra Fichera, “Per vederti fiorire”. Nota e scelta a cura di D. Campanari

Per vederti fiorire di Alessandra Fichera     Alessandra Fichera è giovane. Essere giovani – e poeti – è una fortuna se si possiede uno sguardo attento e concentrato sulle cose che accadono: «Tu mi guardi, con il viso del crociato […] la fierezza… Continue Reading “Alessandra Fichera, “Per vederti fiorire”. Nota e scelta a cura di D. Campanari”

Daniel Salguero Díaz, “Libro de los regresos”. Nota e scelta a cura di D. Campanari

Libro de los regresos di Daniel Salguero Díaz     «Dobbiamo vivere questo tempo senza fretta», dice il poeta. E aggiunge: «come due estranei/ che hanno abitato in una casa estranea.» È la distanza più vicina delle pareti di una stessa abitazione a raccontarsi… Continue Reading “Daniel Salguero Díaz, “Libro de los regresos”. Nota e scelta a cura di D. Campanari”

Daniele Campanari, poesie da “Corpo disumano”

  se mai con le mani ci suonerai qualcosa non eravamo buoni in quella lista da depennare non eravamo il momento; ma nella parola momento c’è il tempo impegnato dalla lingua per scavalcare i denti e cos’altro. quanto eravamo lenti, vero, la mattina è… Continue Reading “Daniele Campanari, poesie da “Corpo disumano””

La vita (ora) sconosciuta di Dentello

La vita (ora) sconosciuta di Dentello (La Nave di Teseo) di Daniele Campanari Crocifisso Dentello rappresenta il presente letterario per almeno due motivi: il primo arriva da una specie di lamento sul web, lamento che è poi diventato “caso” con Finché dura la colpa… Continue Reading “La vita (ora) sconosciuta di Dentello”

Su “L’ospite” di Elisa Biagini (di D. Campanari)

Elisa Biagini, L’ospite di Daniele Campanari . Un detto popolare dice che al terzo giorno di permanenza nello stesso spazio anche l’ospite più prestigioso puzza. Si tratterebbe dello stesso odore clandestino prodotto dal pesce abbandonato in frigorifero. Anche L’ospite (Einaudi, 2014) di Elisa Biagini emana… Continue Reading “Su “L’ospite” di Elisa Biagini (di D. Campanari)”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: