cose

Un libro al giorno #9: Simona Vinci, In tutti i sensi come l’amore (2)

Come ogni anno faremo una piccola pausa estiva rispetto alla programmazione ordinaria, cercando di fare sempre una piccola cosa diversa per ogni estate; quest’anno dal 25/07 al 21/08 (con tre post al giorno) proporremo testi da libri che amiamo particolarmente, sperando di accompagnarvi in vacanza e di aiutarvi a sopportare meglio il caldo. La programmazione ordinaria ricomincerà lunedì 22/08 (la redazione).

vinci poetarum

È cominciata così, con le sue cose, quando lui se n’è andato. Non importa come e perché, il come è il perché qualcuno lascia qualcun altro si assomigliano sempre. Non importa il motivo. Uno resta dentro una casa mentre l’altro va via. E quando uno se ne va porta via quasi tutto, di solito, e di solito dimentica qualcosa.

© Simona Vinci, in Cose, già in In tutti i sensi come l’amore, Torino, Einaudi, 1999, p. 89

Quante parole ho dovuto imparare

brian taylor

quante altre ingoiare

per non vedere più il mondo

servivano sempre nuove parole

servivano altri significati

da inchiodare ai cartellini nel mercato delle cose

che aiutano a nascondere il mondo

a nasconderci da noi stessi

fino a dover braccare il senso

bruciare la vista

e ritrovarsi dopo molti anni

con un pugno di cenere

al posto della vita.

.

f.f.-2010