cortometraggi

Mari Boine Persen: “Vieni, andiamo insieme alla Montagna Sacra” (post di Natàlia Castaldi)

Travolti dagli eventi quotidiani piccoli e vicini, insormontabili, accecanti, a volte si dimenticano o si mettono da parte le cose grandi, quelle che dovrebbero far scaturire momenti di piena riflessione.

Ripropongo allora questo vecchio post così com’era nato diversi mesi fa, in segno di rispettoso silenzio verso il popolo norvegese e il suo dolore.

***

Regia: Mona J. Hoel
Musica: Mari Boine
Produzione: Hélène Berlin

Mari Boine Persen nasce nel 1956 in Norvegia in un villaggio popolato dall’etnia Sami. Da sempre impegnata nella lotta per la salvaguardia delle minoranze etniche nel mondo, Mari Bone scrive i suoi testi quasi esclusivamente nella sua lingua madre, mentre le sonorità che predilige, sono il risultato di un lungo lavoro di metabolizzazione della tradizione folkloristica del suo popolo, sapientemente mescolata e contaminata da rock, jazz, e influenze della musica sudamericana, prevalentemente Peruviana.

“Vuolgge mu mielde Bassivárrái” , “Vieni, andiamo insieme alla Montagna Sacra”, è un canto di libertà e riscatto che Marie Boine dedica al suo popolo. In questa canzone “autobiografica”, in particolare, Marie Boine racconta la storia di una giovane donna che sogna di fuggire dall’oppressione ed dal clima di oscurantismo e terrore, che la popolazione Sami dovette subire in seguito alla colonizzazione delle sue terre da parte della Norvegia.

(nc)