Tag: Anniversario

proSabato: Cristiano Poletti, Jähn

  NOTA AL TESTO: Sigmund Jähn è stato il primo tedesco nello spazio. Con la missione denominata Sojuz 31 raggiunse la stazione speciale Saljut 6, il 26 agosto 1978. Divenne per questo eroe della DDR ed eroe sovietico. Uno dei fondamenti necessari alla costruzione…

1 2 3 Penna! #3: Quarant’anni e non sentirli?

Quarant’anni fa, il 21 gennaio 1977, moriva a Roma, nell’appartamento di Via della Mole dei Fiorentini, ma sarebbe più corretto dire nella sua camera da letto, Sandro Penna. Da più parti, e a più riprese, si è cercato di definire l’eredità della sua poesia…

Le nostre camere separate. Per Tondelli

A venticinque anni dalla morte di Tondelli, le sue “camere separate” continuano a parlarci. Un grazie, vero, profondo, s’incide nella memoria, rileggendolo adesso a distanza di tempo. Camere separate uscì nel 1989: straziante e meraviglioso romanzo. Tondelli, che sarebbe morto di lì a due…

I poeti della domenica #122: Giovanni Raboni, Piazza Fontana

Piazza Fontana Ogni tanto succede d’attraversare Piazza Fontana. Come parecchie piazze di Milano anche Piazza Fontana con le sue quattro piante stente e il suo perimetro sfuggente come se ormai nessuna geometria fosse non dico praticabile ma neanche concepibile più che una piazza vera…

La botte piccola #7: Roald Dahl, “Lo scrittore automatico”

R0ald Dalh, Il libraio che imbrogliò l’Inghilterra seguito da Lo scrittore automatico, Guanda editore 1996, trad. Massimo Bocchiola Adolph Knipe ha un foglio ancora inserito nel rullo della macchina da scrivere. Il testo inizia così: “era una notte buia e tempestosa”. È stato messo a riposo…

Natalia Ginzburg, Mai devi domandarmi

* Natalia Ginzburg Mai devi domandarmi di Anna Toscano Testo di una lezione Venezia, 1991 * È molto difficile  inquadrare la vita e le opere di Natalia Ginzburg nel panorama letterario italiano contemporaneo. Anche se non la si può isolare nel contesto contraddittorio di…

Mauro Pierno, Pulcinella addormentato (Eduardiana)

“Il advient que notre coeur soit comme chassé de notre corps. Et notre corps est comme mort.” “Avviene che il nostro cuore sia come cacciato dal corpo. E il corpo è come morto.” René  Char-Vittorio Sereni, Due rive ci vogliono I titoli di questa…

Voler bene a Raboni

Voler bene a Raboni Giovanni Raboni non se ne è mai veramente andato. Non lo dico io, l’ha detto lui e mi ha convinto. Uno dei pochi pilastri della mia fede – ammesso che di fede si possa parlare – è l’idea della comunione…

Andrea Zanzotto. Un anno. Una poesia

OLTRANZA OLTRAGGIO Salti saltabecchi friggendo puro-pura nel vuoto     spinto     outré ti fai più in là intangibile – tutto sommato – tutto sommato tutto sei più in là ti vedo nel fondo della mia serachiusascura ti dentifico tra i non i sic i sigh ti…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: