Andrea Molesini

Poesie per l’estate #13 – Charles Simic: Hotel Insomnia

Dal 27 luglio al 23 agosto la programmazione ordinaria del blog andrà in vacanza. In questo periodo vi regaleremo comunque due post al giorno, una poesia al mattino e una al pomeriggio, “Poesie per l’estate”. Vi auguriamo buona estate e buona lettura. (La redazione)

simic

Hotel Insomnia

I liked my little hole,
Its window facing a brick wall.
Next door there was a piano.
A few evenings a month
a crippled old man came to play
My Blue Heaven.

Mostly, though, it was quiet.
Each room with its spider in heavy overcoat
Catching his fly with a web
Of cigarette smoke and revery.
So dark,
I could not see my face in the shaving mirror.

At 5 A.M. the sound of bare feet upstairs.
The “Gypsy” fortuneteller,
Whose storefront is on the corner,
Going to pee after a night of love.
Once, too, the sound of a child sobbing.
So near it was, I thought
For a moment, I was sobbing myself.

Hotel insomnia

Mi piaceva quel mio piccolo buco
con la finestra che dava su un muro di mattoni.
Nella stanza vicina c’era un piano.
Un vecchio storpio veniva a suonare
My Blue Heaven
due tre sere al mese.

In genere. però, era tranquillo.
Ogni camera con il suo ragno dal soprabito pesante
che cattura la mosca nella rete
fatta di fumo e cerimonie.
Era così buio laggiù
che non riuscivo a vedermi nello specchio del lavabo.

Di sopra, alle 5 del mattino, scalpiccìo di piedi nudi.
Lo “Zingaro” che legge la fortuna
(ha il negozio all’angolo)
va a pisciare dopo una notte d’amore.
Una volta, persino il singhiozzo di un bambino.
Era così vicino che per un attimo
pensai di singhiozzare io.

(trad. di Andrea Molesini)

Librai per un giorno – Venezia

librai per un giorno5

Librai per un giorno
sabato 30 novembre 2013 gli autori vi aspettano nelle librerie di Venezia e di Mestre per chiacchierare, consigliare e sfogliare libri.
A Venezia gli scrittori vanno a fare i commessi in libreria per aiutare le librerie. Lo stesso giorno la medesima iniziativa si tiene anche negli Stati Uniti: un gesto concreto per contrastare la crisi. Una buona scusa per curiosare in libreria, comprare un libro consigliato da uno scrittore, scegliere un regalo per Natale. Entrate, guardate, toccate, sfogliate, chiedete. I libri non sono tutti uguali, e neanche le librerie. Quello che trovate sugli scaffali dipende dai gusti del paron de casa e dalle esigenze dei suoi lettori. L’importante è entrare. Apprezzerete tutto quello che possono offrire le librerie veneziane: libri, passione, servizio, festa, svago, amicizia.Questa iniziativa è promossa da Venezia città di lettori

con il patrocinio dell’assessorato al Commercio del Comune di Venezia

 
Cafoscarina Michela Scibilia [mattino], Alberto Fiorin [pomeriggio]
Don Chisciotte Fabio Amadi [mattino], Marco Crestani [pomeriggio]
Giunti Sant’Aponal Davide Busato [mattino], Michela Scibilia [pomeriggio]
Giunti Strada Nova Andrea Molesini [mattino], Davide Busato [pomeriggio]
Marco Polo Tiziano Scarpa [10–11], Fulvio Ervas [11–13], Anna Toscano [pomeriggio]
Mare di Carta Cristiano Dorigo [mattino], Paolo Ganz [pomeriggio]
Miracoli Marco Crestani [mattino], Paola Zoffoli [pomeriggio]
Punto Einaudi Tiziano Scarpa [11.30–13], Tiziana Plebani [pomeriggio]
Studium Alessandro Marzo Magno [mattino], Cristina Gregorin [pomeriggio]
Toletta Paola Zoffoli [mattino], Alberto Toso Fei [pomeriggio]
Ulisse & Co Alberto Fiorin [mattino], Elisabetta Tiveron [pomeriggio]
Wellington BooKs Robin Saikia [mattino], Carla Toffolo [pomeriggio]