Tag: amelia rosselli

Nuovi Argomenti n. 74: Amelia Rosselli

Amelia Rosselli, «Nuovi Argomenti», n. 74, 2016 Introduzione di Maria Borio «Nel pulsare di tutte le moltitudini». Forse è questo uno dei versi attraverso cui oggi si può lanciare lo sguardo alla scrittura di Amelia Rosselli e ritrovarne la presenza almeno in almeno due… Continua a leggere “Nuovi Argomenti n. 74: Amelia Rosselli”

proSabato: Amelia Rosselli a Pasolini (due lettere)

Amelia Rosselli a Pasolini: due lettere (con una nota in coda) 31/10/1968 lungotevere Sanzio 5 00153 – Roma Caro Pier Paolo, .                              Ti scrivo riguardo agli scritti di Sandro Penna,… Continua a leggere “proSabato: Amelia Rosselli a Pasolini (due lettere)”

Su “Invettive e licenze” di Dario Bellezza, nel ventennale della sua morte

Il ventennale della scomparsa di un poeta come Dario Bellezza, alla luce della pubblicazione mondadoriana negli «Oscar» del 2015 di Tutte le poesie a cura di Roberto Deidier, ci porta oggi a omaggiare con una (ri)lettura critica la prima raccolta uscita nel 1971, Invettive… Continua a leggere “Su “Invettive e licenze” di Dario Bellezza, nel ventennale della sua morte”

Iniziare morendo: Dario Bellezza

Al capezzale dei giorni insieme vissuti la memoria frenetica s’attacca: lieto fine delle associazioni involontarie e covate fino allo spasimo nel letto, prima di depositarle sulla carta. Così covo, sempre più sano ormai dalle morti che ti minacciano, dalle croci che ti crocifiggono, le… Continua a leggere “Iniziare morendo: Dario Bellezza”

Tiziana Marini, Lo scatto della lucertola. Lettura di Plinio Perilli

  Celebrazione provvisoria del personaggio-donna. Tiziana Marini, poetessa concreta e immaginaria, quotidiana e astrale. di Plinio Perilli La lucertola cui Tiziana Marini dedica il titolo del suo ultimo libro, ovviamente (Lo scatto della lucertola, La Vita Felice, Milano, 2016), è sia concreta che immaginaria,… Continua a leggere “Tiziana Marini, Lo scatto della lucertola. Lettura di Plinio Perilli”

I poeti della domenica #38: Amelia Rosselli, La disperazione ha provocato in me

La disperazione ha provocato in me dei gravi danni, l’accingersi a far tutto senza convinzione, e esitando. La conoscenza ha provocato in me un altro danno: la invidia, contratta nei salotti, mentre brumeggiava la sera. È la sera della vita questa dopo questo inginocchiarsi alla… Continua a leggere “I poeti della domenica #38: Amelia Rosselli, La disperazione ha provocato in me”

Poeti della domenica #8: Amelia Rosselli, stand still and think: till all agony has

stand still and think: till all agony has me bethink: you are a friend, truly friend shimmering in the light. pause now on a brink: till all the agony has poured its slender self down, this hill which is my belief you think: to… Continua a leggere “Poeti della domenica #8: Amelia Rosselli, stand still and think: till all agony has”

Poesie per l’estate #3: Amelia Rosselli, “Una tua faccia…”

Dal 27 luglio al 23 agosto la programmazione ordinaria del blog andrà in vacanza. In questo periodo vi regaleremo comunque due post al giorno, una poesia al mattino e una al pomeriggio, “Poesie per l’estate”. Vi auguriamo buona estate e buona lettura. (La redazione)… Continua a leggere “Poesie per l’estate #3: Amelia Rosselli, “Una tua faccia…””

Le cronache della Leda #29 – Il neon, la Luisa e Amelia Rosselli

Le cronache della Leda #29 – Il neon, la Luisa e Amelia Rosselli La Luisa si è sentita male in piena notte, un infarto. Me lo ha detto la Wanda telefonandomi all’alba. La Wanda, però, non se la sente di venire all’ospedale, quando ci… Continua a leggere “Le cronache della Leda #29 – Il neon, la Luisa e Amelia Rosselli”

Quando dici Mantova # 3 – (orecchio)

Il tendone era pieno, stamattina, e Davide Longo raccontava − in mezz’ora, non di più − per brevi linee la storia dell’Otello. Il tracciato, sotto la trama, era chiarissimo: Desdemona si innamora non di Otello, ma del racconto che il Moro fa di sé. E così… Continua a leggere “Quando dici Mantova # 3 – (orecchio)”

11 febbraio

1963, Londra: riversa a terra, la testa nel forno a gas, al 23 di Fitzroy Road, casa un tempo di Yeats, c’è Sylvia Plath. «La casa di un poeta che amo» – aveva dichiarato – «è con me, al mio fianco. Questa è la… Continua a leggere “11 febbraio”

Schubert: omaggio per versi e prose (con una nota di Maddalena Lotter)

GUY DE MAUPASSANT (da Forte come la morte) Quando Annette ebbe terminato la sinfonia campestre di Méhul, la contessa si alzò, prese il suo posto, ed una melodia strana si propagò sotto le sue dita, una melodia nella quale tutte le frasi sembravano lamenti, lamenti… Continua a leggere “Schubert: omaggio per versi e prose (con una nota di Maddalena Lotter)”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: