Alfonso Canale

#PoEstateSilva #3: Alfonso Canale, To dream to want to be

Berlino, foto gm

to dream

amarti amarti realmente
amarmi in te nel tuo senso
unico nessuno in contrasto
coscienza che si scioglie
nudo
che vibra rocambolesca
madido
perfezione che cambia
sull’istinto
scialbo scorticare delle nostre pelli

amarti condensamente
amarti in me
acqua salina i sessi
sfumato
la chimica l’infanzia la scienza
ai confini dei nostri orizzonti
tutte le infinite pieghe delle lenzuola del tuo volto

che ti amassi
come mai per sempre prima di noi
che ti scagionassi
nella tua violenta bellezza
ruvido
rubata da troppi occhi
meraviglia di morte piacere paura

arrancante che ti lasciassi indietro
che ci desiderassi in sacrificio
l’anarchica differenza
il giudizio vuoto
al di là del bene del male

che ti liberassi nuova
dalla luce dai segni
adombrato
cavernosa che ti ritrovassi
grezza
per scrutarmi viverti contraddirci trasformarli
perché sei bella come la morte il piacere e la paura

maciullami vita

(altro…)