Marco Annicchiarico

Sito web:

http://marcoannicchiarico.wordpress.com

Profilo:

Marco Annicchiarico nasce in una mangiatoia milanese nel maggio del 1973. Col tempo si appassiona ai film anni '50, alla musica e alla letteratura. Se ne perdono le tracce fino agli anni zero, quando compare in diverse antologie con poesie che non gli varranno mai il Premio Nobel. Nel 2007, con l’amico Giacomo Rabiti, cura e produce un cd tributo a Vinicio Capossela, chiamando diciotto artisti del panorama indipendente italiano tra cui Bugo, Federico Sirianni, Roberta Carrieri e i Nobraino; il ricavato viene devoluto all’Amref per la costruzione di un pozzo in Africa. Nel 2009 resuscita nella magica Torino e pubblica “e poco più lontano” (LietoColle). Inizia a scrivere recensioni musicali (anche per Mucchio Selvaggio), canzoni per i Pura Follia e per Moreno il Biondo, fonda una rivista letteraria (Fuori Asse) e ritorna a suonare. Sotto la metropolitana. Nei (pochi) concorsi ai quali partecipa colleziona pergamene e targhe varie, evitando accuratamente qualsiasi premio in denaro (è una questione di principio, dirà in un’intervista radiofonica). A fine 2012 realizza su carta riciclata Canzoni da stonare, libro di poesia interamente autografo in tiratura limitata. Nel 2013 con Gattili Edizioni pubblica le plaquette "Alessandro Bono" (nella collana Monografia musicale) e "Ventuno settembre" (nella collana di Poesia). Nello stesso anno inizia a collaborare con la cantautrice Rosa Mangano al progetto musicale Turi Mangano Orchestra, coi quali incide Naturale Ep (2015). Sul finire del 2015 ritorna a Milano per assistere i genitori malati. Da questa esperienza nascono due rubriche in cui parla della demenza di sua madre: "Caregiver Whisper" su Poetarum Silva e "Diario di un caregiver" sulla rivista Mind. Nel 2019 incide l'album "Gli angeli di Wenders" coi T.M.O. e pubblica con la ‘round midnight edizioni la raccolta “Poesie per il risveglio”.

Articoli di Marco Annicchiarico: