Una domenica inedita #26: Carlo Ragliani, Ὁ σωτήρ

Ὁ σωτήρ

Per Angela

non cancellare
il volto

che ha sofferto

perché ricordarlo
redime la mortalità

anche se pesto
nei coaguli

immobile

 

l’amore perfetto
porta alla croce

a piangere sul
proprio essere

servo

del dolore

che non può
consolare

 

ora

appartieni
alla lontananza

a ciò che la parola non osa

mentre l’ombra
irretisce questa vita

la poca che rimane
è un’eco

senza voce

 

sapremo stringere
quanto dovuto

nell’assurdità
delle braccia

solo per vederlo
agonizzare

nella polvere
che non ritorna

nel fango
che non concede
riposo

 

solo le lacrime
saranno amate

alla fine

non la terra
che pesa
sul tuo viso

non la novena
che corona

l’assenza

non lo stillare gloria
dal supplizio

della catena

 

Andrea Nicolato, 2021, Inchiostro indiano su carta

 

queste tombe
si sono spalancate

per divorare
il sorriso rimasto

il nostro seme è

guasto

 

l’eternità
della vita

trattiene

l’eternità
mortale

che la carne
custodisce

nella vergogna
di implorare

misericordia

 

esecrare è
l’opera

che dà gemito
all’angoscia

nell’acedia

solo il sangue 
lava il sangue

più santo
nella morte

 

preferire il dolore
all’orrore del niente

finché il vuoto
non ingoi

ogni cosa

e finalmente

sé stesso

 

la pietà

sarà umiliata

e l’attesa
nullificata

quando i morti
tracceranno la via

sarà sacro

silenzio

 


Carlo Ragliani (Monselice, 1992) vive a Candiana, studia presso l’ateneo ferrarese di giurisprudenza. Alcuni suoi testi sono stati pubblicati su antologie e webzine letterarie, tra cui “Inverso”, “Niedern Gasse”, “Poetarum Silva”, “Atelier” online, e tradotti in spagnolo dal Centro Cultural Tina Modotti. Ha scritto per “Carteggi Letterari”. Scrive per “Intermezzo” e per “Poesia del nostro tempo”. È redattore in “Laboratori Poesia”. Altri suoi interventi critici appaiono su “Nazione Indiana”, pubblicato ne La radice dell’inchiostro (ArgoLibri, 2021), e sul numero centesimo di “Atelier” cartaceo. Ha pubblicato Lo stigma (Italic, 2019).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: