Mese: marzo 2021

Paolo Carlucci, Divagazioni sull’inquietudine sonora di Rainer Maria Rilke

«Respiro, tu, invisibile poema».Divagazioni sull’inquietudine sonora di Rainer Maria Rilke E dunque ci sarà l’angeloche lentamente beva dai miei trattiil vino rischiarato di visioni.Assetato, chi ti indicò il cammino? Tu dunque hai sete. Tu che in ogni venaScrosci il torrente in piena di Dio.… Continua a leggere “Paolo Carlucci, Divagazioni sull’inquietudine sonora di Rainer Maria Rilke”

Maria Grazia Calandrone, “Splendi come vita”. Nota di Michele Paoletti

Maria Grazia Calandrone, Splendi come vita Ponte alle Grazie 2021 Nota di Michele Paoletti Nel 2019 esce per Mondadori Giardino della gioia, raccolta di poesie all’interno della quale è presente una sezione intitolata Il Disamore; a distanza di due anni Ponte alle Grazie pubblica… Continua a leggere “Maria Grazia Calandrone, “Splendi come vita”. Nota di Michele Paoletti”

Bustine di zucchero #57: Giovanni Raboni

In una poesia – in ogni poesia – si scopre sempre un verso capace di imprimersi nella mente del lettore con particolare singolarità e immediatezza. Pur amando una poesia nella sua totalità, il lettore troverà un verso cui si legherà la sua coscienza e… Continua a leggere “Bustine di zucchero #57: Giovanni Raboni”

Una domenica inedita #21: Sergio Daniele Donati

  L’ebreo si dondola L’ebreo si dondola,mentre la palpebrapiega al ricordo,e il suonodelle litaniegiunge da lontano. L’ebreo si dondola,e mette il corponell’onda lenta,nel flusso dei millenni,e si concentranel punto vuotoe bianco primad’ogni lettera. L’ebreo si dondolanell’abbaglio del suono,nel canto ancestrale,nella parola aspra,nel suo nomeche… Continua a leggere “Una domenica inedita #21: Sergio Daniele Donati”

Il sabato tedesco #27: Marie von Ebner-Eschenbach, La nave

“Il sabato tedesco”, rubrica da me curata per Poetarum Silva, prende il nome da un racconto di Vittorio Sereni e si propone di raccogliere riflessioni, conversazioni, traduzioni intorno a testi letterari.  La puntata di oggi, 27 marzo 2021, è dedicata a Marie von Ebner-Eschenbach… Continua a leggere “Il sabato tedesco #27: Marie von Ebner-Eschenbach, La nave”

Giuseppe Zucco, I poteri forti (recensione di R. Calvanese)

Giuseppe Zucco, I poteri forti NN Editore 2021 Immaginate una snowball. Una di quelle sfere in cui si può far cadere la neve soltanto scuotendole. I poteri forti, edito da NN, di Giuseppe Zucco è qualcosa di simile. Una piccola, grande, raccolta di racconti.… Continua a leggere “Giuseppe Zucco, I poteri forti (recensione di R. Calvanese)”

Comprale dei fiori. Su “La Carne” di Cristò

«Nel mondo come era quando avevo otto anni tutti morivano, chi prima e chi dopo. Adesso nessuno è sicuro neanche di questo.» In La Carne il tempo è un meccanismo che si muove a seconda delle interazioni tra un reale e un possibile. Esiste… Continua a leggere “Comprale dei fiori. Su “La Carne” di Cristò”

Thomas Tsalapatis, L’alba è un massacro signor Krak (rec. di Gianluca Spitalieri)

«Sotto Atene c’è un bar. Tre, quattro livelli sotto il livello del mare, senza vie di fuga, senza vie di contatto, senza corridoi che ti portino qui, senza un percorso che lo colleghi al resto della città. Questa è l’altra profondità, quella che galleggia… Continua a leggere “Thomas Tsalapatis, L’alba è un massacro signor Krak (rec. di Gianluca Spitalieri)”

Isabella Paola Stoja, Poesie da “La neve dei pioppi”

  Di che amore vibraogni fibradella notte spentasono qui a filare la telad’un arazzoche non m’appartiene.   Stagna e riseccacome foglia che scrocchiaquesta animastancad’una rete ormaistretta.   Impetuoso si avvinghiadolenteil passato qui sfiorail presentenello sprazzo fugaceè un ricordoche si sgretola in tempilontani.Libertà,scavami fin dentrole… Continua a leggere “Isabella Paola Stoja, Poesie da “La neve dei pioppi””

Riletti per voi #27: Anna Maria Carpi, “E io che intanto parlo” (a c. di Giulia Bocchio)

  Anna Maria Carpi, purché tutto ci descrivaa cura di Giulia Bocchio La poesia di Anna Maria Carpi è una poesia che non desidera essere né classica, né perfetta e nemmeno leale. A morte Talleyrand dunque, a morte le buone maniere, le impressioni patinate,… Continua a leggere “Riletti per voi #27: Anna Maria Carpi, “E io che intanto parlo” (a c. di Giulia Bocchio)”

Monica Guerra, Poesie da “Entro fuori le mura”

  *le idee come esuli in tempi di guardianima qui è sparare a raffica all’orizzonte tra le croci e le rose l’io superstiteentro le mura del cuore qualche mito utile sporadiche razioni di luce e del restonon vedere – poco importa – fuori è… Continua a leggere “Monica Guerra, Poesie da “Entro fuori le mura””

Serena Talento, Di corpi traducenti e con-presenze. Su “Squittii” di Roberto Lumuli Gaudioso

Tutto è traduzione. Per George Steiner (1975: 45) ogni atto di comunicazione – parlare, gesticolare, leggere, ascoltare, guardare, e una lunga lista di simili azioni – implica un processo di decodifica, e quindi interpretazione e traduzione, anche quando l’atto comunicativo avviene all’interno della stessa… Continua a leggere “Serena Talento, Di corpi traducenti e con-presenze. Su “Squittii” di Roberto Lumuli Gaudioso”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: