Mese: ottobre 2019

Caregiver Whisper 87

Mio padre Sebastiano è morto l’11 novembre 2016 per le conseguenze di un adenocarcinoma. A Lucia, mia madre, è stato diagnosticato nel 2014 il morbo di Alzheimer. Quando si è ammalato, mio padre ha iniziato a raccontarmi la sua vita mettendo, così, ordine anche… Continue Reading “Caregiver Whisper 87”

Raffaela Fazio, poesie da “L’arte di cadere”

L’arte di cadere di Raffaela Fazio (Biblioteca dei Leoni, 2015) Prefazione di Paolo Ruffilli   Nel mettersi dentro il percorso di un canzoniere d’amore, anche solo come lettore, conviene non dimenticare alcune precauzioni. Prima tra tutte, l’etimologia della parola “amore”, che deriva da una radice… Continue Reading “Raffaela Fazio, poesie da “L’arte di cadere””

Nefeli Misuraca, La solitudine maestosa (nota di Stefania Di Lino)

Nefeli Misuraca, La solitudine maestosa. Poesie. Introduzione di Rita Pacilio. Prefazione di Guido Oldani, La Vita Felice, 2018 Nota di lettura di Stefania Di Lino   Una cosa sola è necessaria: la solitudine. La grande solitudine interiore. Andare in se stessi e non incontrarvi,… Continue Reading “Nefeli Misuraca, La solitudine maestosa (nota di Stefania Di Lino)”

Nazim Comunale, da “Aguaplano”

  AGUAPLANO (TRACCE PER UN’INDAGINE SU UN DIROTTAMENTO AL DI SOPRA DI OGNI SOSPETTO) (per Roberto Campoli, e per tutti noi dirottati) “Gira pilota recuperiamo il cielo ad alta quota” Aguaplano, Paolo Conte La notte tra il sette e l’otto marzo duemilaequattordici un Boeing… Continue Reading “Nazim Comunale, da “Aguaplano””

Bustine di zucchero #18: Philip Larkin

In una poesia – in ogni poesia – si scopre sempre un verso capace di imprimersi nella mente del lettore con particolare singolarità e immediatezza. Pur amando una poesia nella sua totalità, il lettore troverà un verso cui si legherà la sua coscienza e… Continue Reading “Bustine di zucchero #18: Philip Larkin”

I poeti della domenica #402: Mario Luzi, Come deve

  Che vuoi che vieni da così lontano ed entri a volo cieco nella nebbia fin qua dove gli uccelli anche di nido da ramo a ramo perdono la traccia? La vita come deve si perpetua, dirama in mille rivoli. La madre spezza il… Continue Reading “I poeti della domenica #402: Mario Luzi, Come deve”

I poeti della domenica #401: Mario Luzi, “Al giogo della metafora…”

  Al giogo della metafora – così ci sovvengono esse. Scioglile dal quel giogo, lasciale al loro nome le cose che nomini, .                              è sciocco confermarle in quella servitù. . … Continue Reading “I poeti della domenica #401: Mario Luzi, “Al giogo della metafora…””

proSabato: Cesare Zavattini, Una raccomandazione

A Cesare Zavattini (Luzzara, 20 settembre 1902 – Roma, 13 ottobre 1989) è dedicata questo mese la rubrica proSabato sul nostro blog. * UNA RACCOMANDAZIONE – 27 giugno 1960 – Sono corso al paese per il funerale di un amico morto troppo giovane. Sarebbe… Continue Reading “proSabato: Cesare Zavattini, Una raccomandazione”

Piero Simon Ostan da Il verde che viene ad aprile

  da Attesa III mese in questa ora zero mi sono svegliato monocellulare e neanche il ricordo di essermi addormentato dentro i sogni di mamma e papà: un attimo e sono molto più di un’idea. Ho un sacco di cellule in cantiere con un… Continue Reading “Piero Simon Ostan da Il verde che viene ad aprile”

Editi e inediti di Andrea Castrovinci Zenna (con nota di lettura)

Dire il trauma: la poesia di Andrea Castrovinci e di Fabio Michieli a confronto Nella poesia di Andrea Castrovinci Zenna (qui proposta attraverso una lunga selezione, che partendo dall’opera edita Il nome di mia madre, Ensemble 2018, si allarga a includere testi inediti, alcuni… Continue Reading “Editi e inediti di Andrea Castrovinci Zenna (con nota di lettura)”

Gianfranco Barcella, inediti da “La migrazione”

  LA MIGRAZIONE Devo rassegnarmi all’annegamento anche se non mi par vero. Sarà solo un tragico momento con l’occhio che s’ostinerà a dire che la vita in superficie è bella ed ogni sogno mai avvizzirà nel naufragio. Non ho responsabilità e così sono sereno… Continue Reading “Gianfranco Barcella, inediti da “La migrazione””

Francesco Filia, L’ora stabilita

  Ci sono promesse da mantenere davanti a questo specchio davanti al cupo orizzonte dei tuoi occhi a questo giorno che non ha più inizio.     Non so se ci incontreremo in fondo a questa fiaba senza lieto fine se il dolore sarà… Continue Reading “Francesco Filia, L’ora stabilita”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: