Flavia Tomassini, La vita sul pianeta (inediti)

Finestre, di ©Luciana Riommi

Flavia Tomassini
La vita sul pianeta

 

POLITICA

La vita in appartamento
mi preoccupa.
Mi preoccupano
le piogge
e le stanze,
la mancanza di cielo.
Mi preoccupa la città,
le pozze di foglie
che otturano le fogne.
D’improvviso mi preoccupa
il governo delle Nazioni.

Le difficoltà congenite.
Le malattie.
La fame,
i crampi e la sete.
Il pianeta che brucia si vede dallo spazio.
Mi preoccupa l’angoscia.

Questa nostra coscienza sociale.

L’angoscia chimica, sovversiva, territoriale.

Domina i corpi e le vite.

 

ROAD TO HAPPINESS

Percorro la stradina buia,
Johnny canta del perché
indossa il nero per gli emarginati
e l’ingiustizia
di non essere rappresentati.
Questa strada corre via
per un cavalcavia bucato dai binari.
Quando arriva il treno,
arrivano i fanali
prima di venire risucchiati
dalla voce bassa delle rotaie,
dall’uomo in nero
che predica alla radio
la strada per la felicità.
Passato il pensiero di morte,
è la morte delle avversità.
L’avvenire è luminoso.

 

IL TEMPO CAMBIA

Con la coda dell’occhio
ho visto la tenda spostarsi.
Non c’è aria stasera.
Domani soffierà brezza
da Ovest, poi Nord-Ovest,
avrò un metro abbondante,
per dopodomani
l’onda si modellerà
col vento.
Uscirò
con le pinne
di quando avevo vent’anni.
Quelle giornate erano enormi
campi assolati
di acqua
e linfa.

 

I NUOVI POVERI

Ogni anno siamo più poveri
dell’anno prima,
ogni anno più vecchi
e uniti.
Ogni anno le stagioni
passano
vicino
alla verità.
Ogni anno l’estate
è minaccia.
Ogni tanto sentiamo
di chi non ha nulla.
Allora sappiamo di avere
abbastanza,
paura.

 

ENERGIA OSCURA

Stoviglie a lavare.
Dopo una festa.
Percepisco
la nuca del cielo.
Supernove nell’occhio.
Quando accadeva
il termine dell’evoluzione.
Un denso residuo di stelle.
Ti amo in eterno.
Dissolta come sono
in altre galassie.

 

NOI CHE ADESSO

La realtà violenta delle cose
chiede che noi vivi per caso
sentiamo una volta tanto
la fortuna crudele
che ci tiene profondamente
radicati qui.
E l’amarezza e la ferocia.
E la grazia e la dolcezza.

 

Poesie inedite di Flavia Tomassini
Settembre 2019

2 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.