Giorno: 14 luglio 2019

I poeti della domenica #374: Vittorio Bodini, I pini della Salaria

[L’immagine potrebbe essere soggetta a copyright]

I pini della Salaria

Attento. Ogni poesia
potrebbe esser l’ultima.
Le parole s’ammùtinano.
Comincia un insolito modo
con le cose di guardarsi
d’intendersi
scavalcando le parole
in una vile dolcezza.
Ahi, e avevo un cuore
che voleva abbaiare
tutte le notti
alla luna e alle pietre.
Sì, i cappellini d’edera
dei lampioni notturni,
le coppie che s’abbracciano
nelle macchine ferme…
Che posto troverò per voi
nella memoria,
per voi e per le colme cupole
che ammaìna Roma nell’ombra?
I pini della Salaria
non hanno pigne
da far scoppiare al fuoco,
pigne calde da mettere
nel cavo petto dei morti.

 

da Tutte le poesie, Besa editrice

I poeti della domenica #373: Vittorio Bodini, Tutto ciò che ti dono

[L’immagine potrebbe essere soggetta a copyright]

Tutto ciò che ti dono

Tutto ciò che ti dono
non t’interessa.
Guardi le grandi siepi
gialle,
e il ponticello senz’acqua
o la grottesca ira del pungitopo,
e pensi a un cielo più alto,
non quello su cui corrono
pattinando i miei occhi,
o le gare fra case e erba, e i gialli
e rossi dei suoi fiori.
Un contadino catafratto spruzza
d’azzurro le sue viti:
se ne tinge il vento
capelli e dita per gioco.
E non è bello? E dunque? Non viviamo
assieme da tanti anni,
e non posso sapere
cos’è che ti rattrista,
che respingi ogni cosa:
se è l’orgoglio e i belletti del piacere
o se il dispetto di non essere eterno.

 

da La luna dei Borboni e altre poesie, ora in Tutte le poesie, Besa Editrice