proSabato: Luigi Cecchi, Gigantic

©Luigi Cecchi

 

GIGANTIC

Poche cose erano in grado di spaventare davvero Marylou Humbleglow. Una di queste era il gigante Oreste, un tipaccio che definire scorbutico è davvero poco. Alto quasi novecento piedi, Oreste si presentava presso il villaggio di Colbridge ogni due lune, in attesa che i minuscoli (per lui) abitanti del principato di Willie lo servissero. E guai a non farlo! Nonna Therese raccontava sempre di quando era bambina e il sindaco di Colbridge chiese ad Oreste di ripassare fra altre due lune, perché molti degli uomini erano appena tornati dal fronte, la Guerra delle due Crostate era appena terminata e c’era molto lavoro nei campi e nelle fattorie. Ma Oreste scosse la testa e sollevando un piede lo abbatté contro i campi della famiglia Greyton, uccidendo all’istante tutte le loro capre, due cavalli, e formando quello che adesso chiamiamo Stagno dei Greyton, giacché la depressione si riempì subito delle acque del vicino fiume Lure. Da allora, più nessuno osò far attendere Oreste. Inoltre, quel giorno, nacque l’ordine delle Dame delle Nuvole, di cui anche Marylou faceva parte. In pratica il sindaco permise anche alle donne del paese di occuparsi dei servizi che il gigante esigeva (fu quasi costretto, visto che molti degli uomini non erano in condizioni di occuparsene). Ed ecco perché quella mattina, mentre una squadra di uomini, falci alla mano, procedeva a radere la colossale testa di Oreste, a Marylou toccava calarsi lungo le basette del gigante e procedere alla pulizia delle sue orecchie. Sperava almeno che stavolta non starnutisse all’improvviso, come aveva fatto la volta scorsa: Marylou era stata sbalzata in aria e aveva rischiato di precipitare! E da parte di Oreste, nemmeno un “mi dispiace”.

©Luigi Cecchi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.