Giorno: 22 marzo 2018

Editi e inediti di Rodolfo Cernilogar

courtesy Angelo Redd

TUTTO QUANTO

Ti penso ogni giorno
che dio manda in terra
con la forza di una frase fatta
l’inerzia di un meteorite
non trova il suo pianeta
per schiantarsi e farla finita
ti penso ogni giorno
senza una ragione
(me ne sono andato)
con colpa e vergogna
un riflesso dentro un riflesso
dentro un riflesso dentro
(sei ancora qui)
ti penso ogni giorno
nel tempo che volevo
nei fumetti uno sopra l’altro
la mattina in bicicletta
nella nebbia nell’azzurro
nel divano che ha solo la mia impronta
negli accendini che ritrovo
e non perdo più
da quando non ci sei (non ci sono)
posso dare fuoco a tutto quanto.

 

SONO TORNATE

“Voglio rivedere le castagne sul tuo terrazzo”
mi hai detto due anni fa, con la tua dolcezza
così ruvida, come il guscio di quelle castagne.
Le castagne sono tornate. Fanno quello che sanno
fare, cadere e stare lì, insieme alle foglie,
senza chiedere nulla che non sia un lento
macerare.

 

AVEVO IMPARATO

Avevo imparato come farti il tè, la bustina
doveva rimanere solo pochi secondi, il colore
non doveva diventare scuro. Ancora me lo ricordo
quando la dimentico per alcuni minuti
e bevo il tè troppo nero, troppo. Sapere
non vale niente.

(altro…)

Glen Sorestad, poesie tradotte da Angela D’Ambra

 

Poesie da Acqua e roccia – traduzione di Angela D’Ambra

Interludio: Poesie di Glen Sorestad

 

Primo mattino

anticipazione
ci accelera sull’acqua.

Fervore fanciullesco scisso
tra mondano e mistero,

gli scenari così familiari, pure rinnovati
ogni anno proprio come primavera.

Gli occhi confermano di nuovo
quelle immagini depositate

nella memoria del cuore,
cercano d’abbracciare tutto

ancora e ancora, come se
cose così fossero davvero

troppo preziose per durare –
forse il conoscere, sì,

sempre il conoscere
questo è vero.

First Morning

anticipation
speeding us across the water.

Boyish eagerness torn
between mundane and mystery,

the sights so familiar, yet renewed
each year like spring itself.

The eyes confirm anew
those images lodged

in the heart’s memory,
seek to encompass everything

again and again, as if
such things must surely be

too precious to last –
perhaps the knowing, yes,

always the knowing
this is true.

(altro…)