Giorno: 25 febbraio 2018

I poeti della domenica #240: Vittoria Colonna, Non senza alta cagion la prima antica

Vittoria Colonna (aprile 1490 – 25 febbraio 1547)

.

Non senza alta cagion la prima antica
legge il suo paradiso a noi figura
di latte e mel perché candida pura
fede e soave amor l’alma nudrica,

e ‘n guisa d’ape, natural nimica
d’ogni amaro sapor, con bella cura
da ciascun fior d’intorno il dolce fura
per dare in frutto altrui la sua fatica,

e, quasi agnello, il latte umil riceve
perch’altri l’abbia in maggior copia quando
l’avezza a forte cibo il buon pastore;

onde, poi, sazia e grande in tempo breve,
le sue dolcezze e se stessa sdegnando,
fermi in Dio l’occhio al suo divino onore.

.

© Vittoria Colonna, Rime spirituali disperse in Rime, a c. di Alan Bullock, Scrittori d’Italia degli Editori Laterza, 1982

I poeti della domenica #239: Vittoria Colonna, Fuor di me tutto in quello entra il mio core

Vittoria Colonna di Jules Joseph Lefebvre, 1861, collezione privata

Vittoria Colonna (aprile 1490 – 25 febbraio 1547)

.

Fuor di me tutto in quello entra il mio core
dove questi occhi miei li aprir la via,
e quando dal mio seno egli già uscia
alto gridai: «Dove il conduci, Amore?».

Egli, con volo audace: «Al proprio errore»,
rispose; «quel ch’io custodir solia
con tanta forza e tanta gelosia
che non ha più di ritornar valore».

Niun soccorso a me vien da mia ragione;
ella contra d’Amor si trova imbelle,
e a’ suoi consigli il mio furor s’oppone.

Quinci non spero più d’uscir di quelle
torte e dubbiose vie ch’Amor compone,
e so che l’error mio forza è di stelle.

.

© Vittoria Colonna, Rime amorose disperse in Rime, a c. di Alan Bullock, Scrittori d’Italia degli Editori Laterza, 1982