Giorno: 6 febbraio 2016

Gli undici addii #1: “L’ora di buco”, di Gianluca Wayne Palazzo

10882024_744329065662847_645427788_n

 

Se ne stava là, immobile e stilizzata come una felce in un quadro di Rousseau, la testolina china dai capelli corti, rossi e sgargianti, e un fermaglio azzurro a forma di fiocco a blindare un ciuffo laterale più lungo. Giulio non avrebbe saputo definirlo, ma certamente era il frutto di un taglio che aveva nome e cognome.
Fissava da qualche secondo il monolite trasparente del distributore automatico di merendine, come se aspettasse il momento giusto per agire. O forse si stava solo specchiando, lo sguardo da sotto in su.
Giulio sapeva soltanto che era arrivata a scuola da due settimane, una supplenza breve probabilmente, insegnava lettere nel corso C e vestiva di nero, con tratti femminili su abiti da maschio. Quel fiocco la faceva somigliare a Minnie, ma la sezione dura del profilo del viso, privo di tondi, e il naso a punta, davano la sensazione che ci fosse dietro una dose di malvagità, e che usurpasse quella somiglianza per un secondo fine.
Decise che se gli fosse capitato di portarla a letto le avrebbe fatto togliere quel fiocco dalla testa, per una questione di autenticità e per vedere dove andava a rotolare il ciuffo.
(altro…)