Giorno: 31 gennaio 2016

I poeti della domenica #42: Cesare Pavese, Sono uscito al mattino al freddo e al sole

cesare-pavese_poetarum

.

Sono uscito al mattino al freddo e al sole
come un’impresa eroica.
Ho fatto nulla tutta la giornata
finché stremato della gran fatica
son ritornato a stento, moribondo.
Così ogni giorno ripasso la vita
che mi è venuta in sorte a questo mondo.

[6 aprile 1929]

da: Cesare Pavese, Le poesie, Torino, Einaudi, 1998.

I poeti della domenica #41. Emily Dickinson, Il cervello – è più ampio del Cielo (trad. di A. Rosselli)

dickinson poetarum

632

The Brain — is wider than the Sky —
For — put them side by side —
The one the other will contain
With ease — and You — beside —

The Brain is deeper than the sea —
For — hold them — Blue to Blue —
The one the other will absorb —
As Sponges — Buckets — do —

The Brain is just the weight of God —
For — Heft them — Pound for Pound —
And they will differ — if they do —
As Syllable from Sound —

Emily Dickinson, in The Complete Poems, Johnson, 1955.

*

632

Il Cervello — è più ampio del Cielo —
Perché — mettili l’uno accanto all’altro —
L’uno contiene l’altro
Con facilità — e Te — inoltre —

Il Cervello è più profondo del mare —
perché — comparali — Blu col Blu —
Come le Spugne — al Secchio — fanno
L’uno assorbe l’altro —

Il Cervello ha giusto il peso di Dio —
Perché — dividili — Libbra per Libbra —
Differiranno — se lo fanno —
Come la Sillaba dal Suono —

.

da Traduzioni e autotraduzioni, in Amelia Rosselli, L’opera poetica, Milano, Mondadori (“I Meridiani”), 2012, pp. 1194-1195.