Giorno: 17 giugno 2015

Una frase lunga un libro #17 – Daniele Del Giudice: In questa luce

In-questa-luce-Del-Giudice1

Una frase lunga un libro #17 – Daniele Del Giudice: In questa luce, Einaudi, 2013. € 18,50 – ebook € 9,99

 

Eccomi qui, davanti al foglio bianco. Quante volte, dalla prima? Quante volte ancora, fino all’ultima? Non son balle, scrivere è difficile. Per tutti.

Quando si comincia la lettura di un libro di Daniele Del Giudice, si ha l’impressione che lo scrittore occupi l’intero spazio della pagina sin dalla prima frase, se non dalla prima parola. I suoi incipit lasciano poco scampo al lettore e lo trascinano, da subito, in un luogo dove materia e immaginazione, oggetti e astrazione, dimorano in perfetta armonia. In questa luce, raccolta di scritti, uscita nel 2013 per Einaudi, non fa eccezione. Del Giudice mette in scena le proprie passioni, e, facendolo, ci mostra il motore, i cilindri, i pistoni, la benzina del suo scrivere, forse del suo stesso essere. Il libro comprende testi editi, pubblicati su riviste oppure scritti per conferenze, e inediti, che spaziano dalla letteratura al volo. il saggio Sulla traduzione  è tecnicamente perfetto, decisamente istruttivo e ricco di curiosità. Scopriremo  Gide traduttore, non sempre efficace, e grande amico di Conrad, Artaud (a sorpresa) traduttore di Carroll. Con la consueta intensità di scrittura, Del Giudice ci racconta del cinema e della televisione degli anni cinquanta. I ricordi del bambino si mescolano con le riflessioni dell’uomo. Poi vengono le città: splendida e, quasi, commovente la descrizione di una passeggiata notturna a Venezia (città d’adozione di Del Giudice).

(altro…)