Giorno: 8 marzo 2015

Novità. Anna Bergna, “I corpi e le cisterne” (LietoColle, 2015)

Anna-Bergna-I-corpi-e-le-cisterne-copertinapiatta-2

PROLOGO

 

(la solitudine del presente)

Un lunedì di maggio, a Milano,
.          venti di pianura demolivano intonaci grigi.
.          Spalancavano respiri.
.          Noi sgranavamo lungo via Borsieri
.          parole avute nel punto esatto del ritorno,
.          ritrovavamo intatte liane
.          avvinghiate ai rami più saldi del pensiero.

Aggiravamo l’essere svaniti,
.          quasi  si potesse abitare la casa demolita,
.          la stagione nuova sbocciare le medesime rose
.          e il passato trascinarsi in ciò
.          che si prefigurava:

un vano gioco di rianimazione.

All’angolo, rovesciai lo sguardo:
.          la strada sopravviveva al nostro divenire assenza

e un cane al guinzaglio pisciava
dove avevo annunciato un “ricordo che qui”.

.

(altro…)