Giorno: 15 settembre 2014

Bioy Casares a cento anni dalla nascita

Bioy_Casares

Cento anni fa nasceva a Buenos Aires Adolfo Bioy Casares, che il pubblico italiano conosce soprattutto per le opere scritte con Jorge Luis Borges (tra queste, Sei problemi per Don Isidro Parodi, Il libro del cielo e dell’inferno). Il suo romanzo del 1940 L’invenzione di Morel, particolarmente apprezzato da Borges e da Octavio Paz, ebbe anche in Italia, nel 1974, una trasposizione cinematografica,  con Emidio Greco, in quell’occasione, al  primo film come regista.  Nel centenario della nascita di Bioy Casares – in questo anno 2014 ricorre anche il quindicesimo anniversario della morte –  proponiamo l’incipit di Progetti per una fuga al Carmelo, una delle sue Historias Desaforadas, raccolte in Italia nel volume L’orologiaio di Faust, dal titolo di uno dei racconti.

Planes para una fuga al Carmelo

Al professor lo irritaba la gente que se lebantaba tarde, pero no quería despertar a Valeria, porque a ella le gustaba dormir. «Pone mucha aplicación» pensó, mientras contemplaba el delicado perfil y la efusión roja del pelo de la chica sobre la almohada blanca.
El profesor se llamaba Félix Hernández. Parecía joven, como tantas personas de su edad en aquella época (veinte años antes, hubieran sido viejos). Era famoso, aun fuera del mundo universitario, y muy querido por los alumnos. Se consideraba afortunado porque vivía con Valeria, una estudiante.
(altro…)

Tu se sai dire dillo: 18-20 settembre a Milano

Tu se sai dire dillo

terza edizione

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

18-19-20 settembre

Galleria Ostrakon
Via Pastrengo 15, Milano

La Galleria Ostrakon ospita, tra il 18 e il 20 settembre 2014, la terza edizione della rassegna Tu se sai dire dillo, dedicata alla memoria del poeta Giuliano Mesa (1957-2011) e ideata da Biagio Cepollaro. Anche quest’anno l’attenzione è rivolta a poeti importanti e radicali del ‘900 ancora poco conosciuti come Gianni Toti (1924-2007), tra l’altro pioniere della video poesia in Italia di cui viene presentata per la prima volta l’intera opera in versi curata da Daniele Poletti; Emilio Villa (1914-2003), precursore delle neoavanguardie,in nome del quale si sono svolte nel corso dell’anno molte iniziative promosse da Enzo Campi, a partire proprio dalla galleria Ostrakon, e Paola Febbraro (1956-2008), poetessa prematuramente scomparsa intorno alla cui opera parleranno Anna Maria FarabbiViola Amarelli e Giusi Drago. Ad arricchire il programma ci sarà la presentazione dell’ambizioso progetto Phonodia, curato da Alessandro Mistrorigo dell’Università “Ca’ Foscari” Venezia, relativo ad un archivio di voci di poeti di tutto il mondo. Infine sulla questione della critica letteraria oggi verterà una conversazione tra Luigi Bosco e Lorenzo Mari, redattori del blog In realtà, la poesia, e Luciano Mazziotta.

(altro…)

Ben Nuttall-Smith – Poesie inedite

Ben Nuttall-Smith foto by surreymuse.wordpress

Ben Nuttall-Smith foto by surreymuse.wordpress

A Moment in Eternity

Ben Nuttall-Smith[1]

THE BOMB

where were you
when the bomb dropped
when feet and fingers flew
when torsos and limbs
lay in carnage
where were you?

it seems so very long ago
yet just the other night,
and every night
the glazed eyes stare
to scream into his sleep
and drown his tears upon tears
upon tears

where were you?

*

LA BOMBA

Dove eri tu
quando la bomba cadde
quando piedi e dita volarono
quando toraci e arti
giacevano in carnai
dove eri tu?

sembra tanto tempo fa
pure proprio l’altra notte,
e ogni notte,
nel sonno occhi vitrei
sgranati in urlo
annegano le lacrime, fiumi
e fiumi di lacrime

tu dove eri?

[1] Sezione War and Violence (pagine 65-72)

(altro…)