Giorno: 5 giugno 2013

Solo 1500 n. 100 – Ciao

berlino 2009 - foto gm

 

Premessa: è stato, soprattutto, molto divertente

Solo 1500 n. 100: Ciao

Ciao a Gino che è gramigna dal cuore tosto. Ciao a Nat perché ciao è il saluto di quando si viene e di quando si va. Ciao a tutti i redattori perché ognuno c’è stato in tutti e cento i numeri. Ciao perché ognuno ha avuto un’idea, qualcuna l’ho usata, qualcuna no, qualcuna avrei dovuto usarla. Ciao a tutti quelli che hanno seguito il 1500 dall’inizio, a chi è arrivato dopo, a chi ha letto una volta soltanto. Ciao a quelli che hanno detto “Che schifo”, passando oltre. Ciao a tutti i numeri venuti bene, a tutti quelli venuti male. Ciao perché abbiamo riso parecchio, perché ci siamo commossi. Ciao per le volte che non abbiamo lasciato traccia. Ciao al numero 50 perché è li che ho deciso che a 100 mi sarei fermato. Ciao perché una rubrica ha un inizio e una fine. Ciao perché dietro l’angolo c’è un’altra rubrica che aspetta. Ciao perché sarà  un rischio e vedremo se vi piacerà. Ciao alla poesia, alla narrativa. Ciao a Sandro Penna, a Raboni, a DFW, a Carver, alla Kristof, a De Gregori, a Fossati. Ciao per ogni commento lasciato, perché ogni commento richiede tempo e il tempo non va sprecato. Ciao a chi si è offeso, a chi è stato al gioco. Ciao a Cruijff e a Ciro Sebastianelli. Ciao a chi ha voluto scrivere un numero doppio. Ciao al tempo e a chi con me divide il tempo. Ciao a ognuna di queste 150.000 battute. Ciao perché finire in giugno è straordinario. Ciao perché abbiate tutti una buona estate. Ciao perché Poetarum è casa vostra. Ciao perché tutto questo è successo. Ciao perché altro accadrà ancora.

Conclusioni: Vi voglio bene, grazie a tutti.

Gianni Montieri

Luigi Tenco Ciao amore ciao