Fuori di testo (nr. 20)

L’amante improvviso

Sono un paese di periferia
fammi una sorpresa e mostra la bellezza
io stancherò la mia festa.
Sono l’acqua fitta che cade improvvisa
esci fuori e danza i tuoi grandi fianchi
io ti dirò quanto mi manchi.
Serva padrona signora
della mia voglia si onora
serva padrona del mio amor
improvvisamente ti avrò.
Sono la temuta fiera del villaggio
fai la preda e mostra le tue belle spalle
io stancherò la mia fame.
Sono amante dell’amore all’improvviso
esci fuori e danza i tuoi grandi fianchi
io canterò quanto mi manchi.
Serva padrona signora
nella mia voglia si onora
serva padrona del mio amor
improvvisamente ti avrò.
Sono l’amante improvviso
gioco felice al mio buon viso
serva e padrona del mio sorriso
 
 
 
 
 
Piccola Orchestra Avion Travel
(da “Opplà”, 1993)