Mese: marzo 2012

LETTERATURA NECESSARIA – ESISTENZE E RESISTENZE – AZIONE N° 8 (reading)

LETTERATURA NECESSARIA – ESISTENZE E RESISTENZE AZIONE N° 8 MARTEDÌ 3 APRILE ore 21.30 ROMA Associazione Culturale “Villaggio Cultura” Viale Oscar Sinigaglia 18/20 reading con Nina Maroccolo, Annamaria Ferramosca, Alessia D’Errigo, Fernando Della Posta, Anna Maria Curci, Enzo Campi __________________________________________________ Nina Maroccolo È nata a… Continue Reading “LETTERATURA NECESSARIA – ESISTENZE E RESISTENZE – AZIONE N° 8 (reading)”

Lost in quotation (6) – Last in quotation

Lost in quotation (6) – Ultima puntata

“Il libro è uno specchio: se a riflettersi è un asino, non puoi aspettarti l’immagine di un santo.” (Georg L. Lichtemberg)

Si dice che Benjamin nutrisse il sogno di comporre un libro di sole citazioni, un’opera compiuta in cui le unità fondamentali del linguaggio non fossero le singole parole ma frasi intere o frammenti di frasi che altri autori, più o meno noti, hanno in precedenza utilizzato. Un sistema di segni più sofisticato perché aggiunge ulteriori vincoli al gioco letterario ma che allo stesso tempo introduce la possibilità di sovrapporre nuovi strati di significato, dal momento che opera ad un più alto livello di astrazione.

Francesco Accattoli – poesie inedite

Resi Dimmi cos’ho rubato e lo restituisco il filo della lama è più vicino del letto disfatto dove ho lasciato il corpo appena fatto scuro. Finiscono le paludi dove entra la civiltà, le persone perbene e le macchinette dei bimbi sul lungomare a mezzogiorno.… Continue Reading “Francesco Accattoli – poesie inedite”

Se Milano piange, Firenze non ride

Il 21 marzo si è celebrata la giornata mondiale della poesia; in un modo nell’altro, per dovere o per necessità, ci si ritrova a parlare di poesia, per rileggere poesie note e per proporne di nuove, per ascoltare le voci di altri o per… Continue Reading “Se Milano piange, Firenze non ride”

Solo 1500 n. 40 – Quel che so dei treni

Solo 1500 n. 40 – Quel che so dei treni I treni non vanno mai nello stesso posto. Anche lo stesso percorso differisce sempre per piccoli dettagli. Se hai talento per l’osservazione memorizzi i volti, addirittura i gesti dei passeggeri abituali. Calcoli mentalmente lo… Continue Reading “Solo 1500 n. 40 – Quel che so dei treni”

Serena Cacchioli – MORTE DI UNA STAGIONE: Antonia Pozzi in Portogallo

Antonia Pozzi era nata in una famiglia benestante, non le mancava niente, passava le giornate facendo cavalcate, passeggiate e partite di tennis, aveva la sua poltroncina fissa alla Scala, eppure coltivava in sé il dolore di essere una voce diversa dalla maggior parte delle… Continue Reading “Serena Cacchioli – MORTE DI UNA STAGIONE: Antonia Pozzi in Portogallo”

Flavio Almerighi, Qui è Lontano

Spesso la poesia sceglie la forma del diario di bordo. E anche questo nuovo libro di Almerighi sembra inserirsi nel solco di una tradizione che ha da sempre inteso la poesia come espressione di un mondo interiore che è praticabile soltanto attraverso un’esplorazione del mondo esteriore. Così lo scrittore testimonia l’altro da sé per scoprire qualcosa di sé e lo fa anche attraversando altri scrittori e altre scritture, forzando le parole perché aderiscano meglio ad un pensiero provvisorio e parziale, ad un’idea impossibile da spiegare. L’autore si guarda allo specchio del mondo e affida l’espressione di sentimenti contrastanti a quella che potremmo chiamare la “voce degli occhi”. E dopo tutto prevale la speranza che, per dirla alla Eliot, la fine di tutto il nostro esplorare possa essere “arrivare dove siamo partiti e conoscere quel luogo per la prima volta”.

Tabucchi, gli Zingari e il Rinascimento

Nell’aprile del 2011, nel riproporre ricordi e riflessioni sulla presenza e sulla cultura rom, ricordavo proprio qui, su Poetarum Silva, la necessità di leggere – o di tornare a leggere – Gli Zingari e il Rinascimento di Antonio Tabucchi. Oggi, 25 marzo 2012, la… Continue Reading “Tabucchi, gli Zingari e il Rinascimento”

Fuori di testo (nr. 11)

L’uomo che guarda le stelle L’uomo che guarda cadere le stelle dal cielo da piccolo ha avuto paura del buio da grande nel buio più che altro non vede e mirando a un piattello di luce che passa veloce chiede quello che non ha… Continue Reading “Fuori di testo (nr. 11)”

pagina 84 (post di Natàlia Castaldi)

È una bugia d‘infinito questo biancore di spazi sospesi nella presunzione di una plausibile appartenenza che sgomenta come la logica di un punto che non origini retta né parallelo ad altro che ciò che tocca, come la superficie oscena di una pagina virginale e… Continue Reading “pagina 84 (post di Natàlia Castaldi)”

My Generation – Stefania Crozzoletti

Non può esserci che la fine del mondo, andando più avanti (Arthur Rimbaud, Illuminazioni) I hope I die before I get old (The Who, My Generation) Feroce, arrabbiato, politicamente scorretto. Ma con un grande talento. Songwriter prolifico e geniale, musicista dotato di tecnica e… Continue Reading “My Generation – Stefania Crozzoletti”

Billy Collins – Osso Buco

Osso Buco, una traduzione della poesia di Billy Collins.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: