Giorno: 19 febbraio 2012

Fuori di testo (nr. 6)

Aria di te

Ah, molesta molesta l’idea che si presta
alla voglia di vederti di nuovo
molesto pretesto che non sarà puntuale
mi compro il giornale e mi siedo ad aspettare

E l’aria sorprende
sorprende i miei piani mandandoli all’aria
all’aria di te che mi sorprende
maldestra, maldestra la mia previsione di farti sorpresa d’amore
mi prendi di nuovo come mi trovo preso dall’aria di te
aria che mi consola senza parola che non sia tua

Ah, sorpreso sorpreso mi sento preteso
dalla voglia di averti di nuovo
modesto progetto d’amore e di letto che
non so cucinare, mi lascio mangiare sentendo l’odore

E l’aria conquista
conquista e sbaraglia il mio desiderio
nato e taciuto dall’aria di te che mi passi di sopra
sapendomi tutto nell’aria di te
mi prendi di nuovo come mi trovo preso dall’aria di te
aria che mi consola senza parola che non sia tua

Aria che mi confonde
che confonde i miei piani mandandoli all’aria
all’aria di te che mi passi di sopra sapendomi tutto
maldestra, maldestra la mia previsione di farti sorpresa d’amore

Ah, molesta molesta l’idea che si presta
alla voglia di vederti di nuovo
molesto pretesto che non sembra serio

 

 

Piccola Orchestra Avion Travel
(da “Opplà”, 1993)

 

Alceo – Fr. 208a West (transduzione di Luciano Mazziotta)

Alceo – Fr. 208a West (transduzione di Luciano Mazziotta)

     all’Articolo 18  

ed agli amici greci, chiamati terroristi

da chi ogni giorno ci umilia

disconosco la rivoluzione dei venti
quell’una infatti di qua, quell’onda rivolta
quell’altra, invece, di là. Noi nel mezzo, nel mare,
sollevati con la nave nera (o la nera nave)

per la tempesta pomposa patendo il disagio.
beh, aggiungerei, che l’acqua della stiva sommerge la base dell’albero,
e la vela (leggi bandiera) è più che (bianca, diafana) trasparente
e in stracci stracci da lei, giù da lei, pendono
e lente ancora le àncore scendono <…>.
[
.[…].[
Eddai! ambedue i piedi si saldino
ai canapi: questo mi salvi
me solo! (e le cose – i bonus – in sfracello
in alto trascinate si dileguino pure

[sfinite tra lo schiamazzo)

Keep calm and vada a bordo, cazzo]

.

.

.

ἀσυννέτημμι τὼν ἀνέμων στάσιν,

τὸ μὲν γὰρ ἔνθεν κῦμα κυλίνδεται,

τὸ δ’ ἔνθεν, ἄμμες δ’ ὂν τὸ μέσσον

………νᾶϊ φορήμμεθα σὺν μελαίναι

.

χείμωνι μόχθεντες μεγάλωι μάλα·

πὲρ μὲν γὰρ ἄντλος ἰστοπέδαν ἔχει,

λαῖφος δὲ πὰν ζάδηλον ἤδη,

………καὶ λάκιδες μέγαλαι κὰτ αὖτο,

.

χόλαισι δ’ ἄγκυρραι <…>

[

.[…].[

⸏τοι πόδες ἀμφότεροι με̣νο̣[……]

ἐν βιμβλίδεσσι· τοῦτό με καισ̣[….]

μ̣όνον· τὰ δ’ ἄχματ’ ἐκπεπ[.].άχμενα

..]μεν.[.]ρ̣ηντ’ ἔπερθα·

.

[……………………………………

…………………………………….]

.
.
@Luciano Mazziotta