Giorno: 17 gennaio 2012

Inediti – di Mirella Crapanzano

e poi noi

ci vuole poco a dire noi sotto la pioggia
per poi cessare le nuvole tutto intorno
alla parola vento, nel bel mezzo delle braccia
come chi si ferma ad approfondire
un ordine da assomigliare al caso.
comunque sera lo spogliarmi dei tuoi occhi
lasciando  che la forma del corpo
muti al resto, a una fragilità di terra
che consente il mare, l’approssimarsi
incauto delle stelle quando è inverno.

neve 

[emergo dalla pelle
senza dire la neve sulla tua bocca]
ed è lago quella trasparenza
che oggi chiami amore disabitato

*

(il tepore della neve camminando dietro la tua nuca)
mi torna casa, un ritratto che sparisce sul muro.

accordature

è nelle pause che ci accordiamo
tra le letture ad occhi chiusi
dove pianti le mie rose bianche
nel suono lungo che accade
quando chiudiamo la porta
spalanchiamo un fiume
nella percorrenza di una bocca
nel disarmo dei corpi  quando tutto è niente
come l’origine, la sorgente
o le partiture nude dei muri
con i ritratti abbandonati di vecchie
case. alla domenica.

Mirella Crapanzano nasce ad Agrigento. Appassionata dʼarte.  Pittrice. Si occupa di allestimenti scenografici e collabora con TeatroLila di Torino, della rete internazionale di donne nel teatro The Magdalena Progect. Vive a Damanhur, da oltre 15 anni, nelle valli del Canavese, a pochi chilometri da Ivrea.   Antologie: “Senza Fiato”  2008 Fara Editore, “Verba Agrestia 2010” Lietocolle, “Metamorphosis” Versinvena 2010, “Il segreto delle Fragole Diario Poetico 2012” Lietocolle, “Arbor Poetica”  Lietocolle 2011.  Prima classificata al concorso Effetto Farfalla 2011

Scrive sul blog

http://contaminazionipoetiche.wordpress.com

 

Alcuni suoi lavori:

M.Crapanzano