Mese: gennaio 2012

Un messaggio – altro- tra gli sfigati: di Silvia Rosa

“Bisogna dare messaggi chiari ai nostri giovani. Se a 28 anni non sei ancora laureato sei uno sfigato”. Ok. Sì. In quanto “sfigata” e dunque con cognizione di causa, Egregio Dott. Martone, Le scrivo qualche pensiero, che tanto non leggerà mai, infatti lo scrivo… Continue Reading “Un messaggio – altro- tra gli sfigati: di Silvia Rosa”

Fabiano Alborghetti – Supernova ed. L’arcolaio

  FABIANO ALBORGHETTI – SUPERNOVA -ED. L’ARCOLAIO – 2011 (collana: i nuovi gioielli)   “Il panico esplode, irradia / ti ferma: congelata sei ferma / in ascolto della paura // gli occhi fissi come i cervi / di notte, colpiti dai fari. / L’immagine… Continue Reading “Fabiano Alborghetti – Supernova ed. L’arcolaio”

Fuori di testo (n.3)

Nel silenzio Voglio respirare lentamente il tuo profumo e non so se risvegliarti Ho dormito poco per sognarti all’improvviso e non ho sognato niente Esco per lasciarti libera di sopravvivere per dimenticarti e ritrovarti consapevole. Non vedi che mi arrendo non capisci che lasciandoti… Continue Reading “Fuori di testo (n.3)”

Letizia Lanza su “Il cielo aperto del corpo”, di Fabia Ghenzovich

Quando ho ricevuto in dono da Fabia la sua nuova raccolta poetica (Kolibris ed. 2011), la prima cosa che mi ha colpito è stato il titolo: mi è sembrato armonioso ma indubbiamente complesso, ossimorico, instaurando appunto un nesso tra realtà all’apparenza inconciliabili. Un titolo,… Continue Reading “Letizia Lanza su “Il cielo aperto del corpo”, di Fabia Ghenzovich”

Paolo Gulfi – Ascensione

Da una depredazione dell’essereda un compulsivo incitamento del non-essere è venuta la paura, come dalla mente che la elucubrava. Come sostanza indifferenziata, sostrato che la inferenza ha avuto origine la paura nelle origini di ogni cosa. Come vuoto a perdere per dare un vuoto… Continue Reading “Paolo Gulfi – Ascensione”

[I Moleskine – quaderno fuori collana] I giorni ci appartengono – gianni montieri, natàlia castaldi

27 gennaio 2012 I Moleskine – taccuini d’autore quaderno fuori collana testi di Gianni Montieri e Natàlia Castaldi

Letture di traverso

È dedicato a Il mio impero è nell’aria di Gianluigi Ricuperati il primo appuntamento di Letture di Traverso, gruppo di lettura realizzato dall’Associazione Cooperativa Letteraria all’interno del “Progetto Babel – Sulle tracce di una radice comune”. L’autore interviene martedì 31 gennaio per parlare del suo libro… Continue Reading “Letture di traverso”

Il mondo come volontà di rappresentazione: i “Segni” di Bartolo Cattafi

di Diego Conticello Il mondo come volontà di rappresentazione: i “Segni” di Bartolo Cattafi       Segni[1] raccoglie il secondo corpus di poesie postume, l’ultimo che Bartolo Cattafi licenziò di suo pugno poco prima di morire. Come ci informa minuziosamente Vincenzo Leotta, A… Continue Reading “Il mondo come volontà di rappresentazione: i “Segni” di Bartolo Cattafi”

Solo 1500 n. 31 – Tutta questa memoria

Solo 1500 n. 31 – Tutta questa memoria Mi domando quanto davvero ci interessi. Quanto ci tocchi il cuore il ricordo delle vittime dell’Olocausto. Quanto sia vero il nostro disgusto, stupore, orrore, quando (una volta l’anno, in questo periodo) ci passano davanti agli occhi… Continue Reading “Solo 1500 n. 31 – Tutta questa memoria”

Gianluca Sansone – alcune poesie

ORE 16:38, SOPRAVVISSUTI. Mi lasci qui, nel vuoto del vuoto che meglio rendono le nebbie che s’aggrovigliano ai lampioni che le fiamme le mani appena chiuse nella stretta corsa a riprendersi le tue; e poi dicono che i poeti ignorino i passanti della domenica… Continue Reading “Gianluca Sansone – alcune poesie”

Tre poesie di Miguel Ángel Cuevas da “Scrivere l’incàvo”

a Vincenzo Consolo (1933-2012) Tre poesie di Miguel Ángel Cuevas ESCRIBIR EL HUECO SCRIVERE L’INCÀVO . . Studio per Jorge Oteiza (Il Girasole Edizioni, 2011) . . . . LITANIA: sudario. Trafigge ciò che nomina. Rivela l’esatta dimensione: nessuno, niente. . . . LETANÍA: mortaja.… Continue Reading “Tre poesie di Miguel Ángel Cuevas da “Scrivere l’incàvo””

Fuori di testo (n. 2)

La neve che accadrà Vorrei restarti seduto vicino scolpire immobili figure indifferenti che poi al tuo passaggio ti facciano l’inchino, senza mai chiedersi né come né perché. Vorrei che tu mi trasformassi in uomo, perché mi son stancato d’esser come me, e che l’inverno… Continue Reading “Fuori di testo (n. 2)”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: