Giorno: 13 gennaio 2011

(n+1) – foto e testo di Gianluca Garrapa (post di natàlia castaldi)

(n+1) Gianluca Garrapa

è ed e. l’amore oh oh l’amore. ricordi? il gioco meta_personale dell’amore? perché? è ed e. un eufemismo del cazzo.
questo è il tuo amore. un eufemismo. come donna è l’eufemismo cortese di troia e omosessuale l’eufemismo conveniente di frocio.
l’amore oh oh l’amore. il fuoco enne_occasionale? che non t’ha mai segnato?
_un plettro serve ad amplificare una corda o a salvaguardare l’ipo_derma delle dita disavvezze a carezzar la pelle_

n) guarda ragnatele_visive: beh, non è una fiction (certo lo è la tua vita) (la mia vita è non di certo).
n+1) osserva quell’immagine: non direbbe nulla ma solo il nulla cui sottrarrei di_certo vita per raffigurarmi questo nulla simile in ogni_modo alla tua vita evitata. evitata e non vissuta.
povera lei povero io poveri noi, ad elemosinarti uno spropositato ego di muscolosa muffa.

n) senti il rollìo di una carena: ecco sono di questo sapore i baci che reggi come un atlante senza più mitologia.
n+1) ascolta e noi ignoranti infine saremo la coppia che ti adotta come un orfano di cuore e amore per il tuo muscoloso_il tuo meccanico dare&prendere – senza donare_ricevere –

rif. dissipazione senz_orizzonte culturale e potlach senza mistica di mana. di anima di cose. di eversioni psichiche. come una puttana la tua sensazionale sensazione sfolgora brucia e non si cicatrizza. è il negativo permanente d’una scia chimica nel cielo. è cicatrice incarbonita nella corteccia. l’avvallatura nera di carbone. una ripetizione d’un’immagine già morta.

è ed e. ma l’amore l’amore ma. non bisogna ossigeno né temperatura da fornace. il gioco_fioco_fuoco dell’amore è particola nell’immensario dei gesti calcolati del tuo passato_quotidiano.

Gianluca Garrapa