Giorno: 2 settembre 2010

Lettera a tutti i miei genitori

Care mamme, Cari papà, Siccome sono lontano, vi pensavo. Vi pensavo con freddezza. E non per mancanza d’amore, ma per quel senno di poi che involontariamente ho ereditato crescendo, mentre un varco spazio-temporale si intrometteva silenziosamente tra i nostri percorsi, intercettandoli. È così che… Continua a leggere “Lettera a tutti i miei genitori”

Racconti inediti: I tram di Imola – di Ivano Mugnaini (post di Natàlia Castaldi)

Per qualcuno la vita è una strada liscia e rettilinea: pietre e frutti saldi, concreti, percepibili con le piante dei piedi e con le dita. Per altri è un labirinto di lettere e sillabe, una foresta immane di grafemi senza voce e con troppi… Continua a leggere “Racconti inediti: I tram di Imola – di Ivano Mugnaini (post di Natàlia Castaldi)”

Cesare Pavese sessant’anni dopo

Lo steddazzu L’uomo solo si leva che il mare è ancor buio e le stelle vacillano. Un tepore di fiato sale su dalla riva, dov’è il letto del mare, e addolcisce il respiro. Quest’è l’ora in cui nulla può accadere. Perfino la pipa tra… Continua a leggere “Cesare Pavese sessant’anni dopo”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: