Sottile

Sottile

Sottile il profumo delle lune

e il tuo svenire esile di fango

sotto il respiro di un “si farà”

Sottile la lingua

e tu scalza di vento,

ti incamminavi nivea alla salita.

Sottile sia ogni mio  “mi ricordo”

mentre svanivi in spigoli di pioggia

Sottile sia, oggi e lento

il canto pudico di maggio.

Jacopo Ninni

3 commenti su “Sottile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: