Una proposta

Se, ciascuno dei compagni di viaggio di questo sito, mi riferisco agli autori, porta sia un suo scritto sia il testo di un altro, con una sua lettura, forse ognuno avrebbe l’opportunità di vedere altri rami in cui porsi, nella selva che qui è nata. E’ un modo per conoscere questa voliera, questa raccolta di fioriture, le vele delle ali, i nodi degli alberi o i nidi in cui vivificano, non solo dalla nostra finestra ma all’interno di una nuova stanza. Ogni volta un autore, come se andassimo a trovarlo a casa sua e ne ascoltassimo la voce, poiché egli è qui e dunque la  stanza  contiene l’incontro, non è solo una vetrina da esposizione, come capita in quasi tutti i siti e i blog. Che dite? ferni

10 comments

  1. forse morfea intende dire che non ha gli strumenti adatti per registrare e poi postare qui, come me del resto…oltre ad una splendida vocina da cornacchia che vi eviterei volentieri d’ascoltare in queste notti buiei e tempestose :(

    Mi piace

  2. sì, Ferni, Morphea voleva dire proprio questo, credo :-)

    io mi sono attrezzata con un semplice microfono da collegare al pc … e ci sto!

    preparo in questi giorni qualcosa, ma non dico di chi .. e no, no no no, non lo dico!

    ottima proposta, chi può… lo faccia!

    Mi piace

  3. in realtà la mia proposta era di portare un testo di un autore tra quelli presenti qui, a cui ci sentiamo vicino o in contratso, meglio ancora, per andarlo a cercare tra lerighe, quindi dire il nostro percorso tra le sue parole-luogo.Ma .La vostra rilettura della mia proposta apre a nuove possibilità, allora si potrebbe uasare entrambi i metodi, no?Ciao,ferni

    Mi piace

    1. sì… entrambe le vie: chi di noi vorrà leggerà un autore del blog a sua scelta e potrà farne la lettura che desidera, che sia attraverso il suono delle sillabe lette nella sua pronunzia o che sia attraverso un suo scritto “interpretativo”, che potrà avere carattere di prosa, ma – perché no? – anche una sua struttura e forma di dia-logo in poesia
      Assoluta libertà di scelta ed adesione… poi nel tempo le letture possono arricchirsi, moltiplicarsi, evolversi attravers la “conoscenza” dell’altro.
      grazie Fernanda… porti acqua, fuoco e aria alla terra dei poeti.

      Mi piace

  4. A dire il vero la mia prima interpretazione era azzeccata (lettura nell’accezione di interpetazione). Però la seconda è affascinante perchè le poesie che mi colpiscono di più sono solito leggerle più volte per pronunciarle a vace alta.
    L’idea è interessante, proverò a fare qualcosa. Nel frattempo vorrei capire bene due cose: i testi da scegliere devono essere dei poeti presenti nel blog oppure di chi ci pare?
    Se scelgo un testo di un poeta del blog che non è presente nel blog si può fare (anche perchè tutto l’archivio è sull’altro)
    Ciauz
    L.

    Mi piace

  5. si dicevo che non ho mezzi per fare il lavoro di registrazione e tutto però ho usato il registratore vocale del pc…e qualcuno me lo ha trasformato in mp3

    Mi piace

I commenti sono chiusi.